lunedì 25 giugno 2007

Scaricare video da Google

Questo metodo vale solo per Google e non fallisce mai. La procedura, illustrata nello screencast , è la seguente.
Collegatevi al sito http://video.google.it e selezionate il video che volete scaricare. Cliccate a destra su "Scarica" e poi su "Scarica video manualmente". In questo modo verrà scaricato un file con estensione gvp. Adesso apritelo col blocco note o con Internet Explorer e copiate l'url come nel video. Aprite il vostro browser, incollatelo nella barra degli indirizzi e date l'invio. In pochi attimi il file sarà scaricato sul vostro pc.
La novità di questa procedura consiste nel fatto che il video viene salvato in avi, non in flv, e quindi può essere visto coi più usati player senza bisogno di conversioni video.
Nel prossimo post sarà descritto il metodo degli add - on di Internet Explorer e di Mozilla Firefox.
Ciao.

Scaricare video da Google - Screencast

giovedì 21 giugno 2007

Scaricare video da YouTube

Questa procedura vale solo per YouTube. Io l'ho battezzato metodo del bacio.
Andate su sito di YouTube, http://www.youtube.com , cliccate sul video prescelto. Nello screencast (il video sotto questo post), io ho cliccato sul video Little Italy. Nella finestra successiva l'url nella barra degli indirizzi è diventato:
A questo punto, prima della parola youtube, scrivete "kiss" (senza virgolette). L'Url diventerà così:
Date l'invio. Nella successiva finestra cliccate su Download now. Il video verrà scaricato sul vostro pc. Siccome è in formato flv, vi serve un player adatto. Scaricate Flv Player oppure Media Player Classic.
Nel prossimo post spiegherò un metodo infallibile per il download dei video da Google.
Ciao.

Scaricare video da YouTube - Screencast

mercoledì 20 giugno 2007

Testate qui il vostro antivirus

Esiste un modo per vedere se il vostro antivirus è in servizio permanente effettivo. Scaricate il finto virus Eicar.
Fatto? Bene. Se il vostro antivirus non si apre immediatamente, significa non è attivo, oppure è stato messo ko da qualche virus. In questo caso dovreste correre subito ai ripari.
Come potete vedere sotto, il mio AVG funziona.

domenica 17 giugno 2007

Firmate anche voi

Quando andate a comprare un pc, vi siete mai chiesti quanto costa l'hardware e quanto il Sistema Operativo? Domandatelo a un commesso, se non vi guarderà di brutto vi risponderà che la domanda è oziosa. E' implicito infatti che se voi acquistate un pc, soprattutto un portatile, vi trovate Windows preinstallato. Se poi decidete di installare Linux o altro Sistema Operativo, perchè non volete più Windows, la licenza Microsoft l'avete pagata per niente. Attualmente e' quasi impossibile acquistare un Notebook o un PC di marca senza dover pagare la "tassa" a Microsoft, se si ha intenzione di usare Linux o un'altro Sistema Operativo gia' in possesso. Dico quasi perchè in realtà esisterebbe l'alternativa. Alla prima accensione del computer, bisognerebbe segnalare al sistema operativo (sto parlando di Microsoft Windows, ovviamente) che non si vuole accettare la licenza d'uso, dopodiché contattare il produttore o il rivenditore per ottenere il rimborso della licenza di Windows, come la stessa licenza di Windows permette. E qui cominciano i guai. Esistono molti casi documentati di utenti che per rimuovere Windows dai propri PC nuovi hanno avuto vere e proprie odissee, in continui giochi di scaricabarile fra rivenditori, produttori e Microsoft stessa. Qualche articolo al riguardo:

http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1708714
http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1495943
http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1430062
http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1361380
http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1354479
http://punto-informatico.it/p.aspx?i=403939
http://punto-informatico.it/p.aspx?i=98601
http://www.attivissimo.net/rimborso_windows/istruzioni.htm


La sottoscrizione si rivolge al Ministro Bersani, affinchè presenti una proposta di legge che consenta all’utente di rinunciare all’acquisto della licenza per il software, e pagare solamente il prezzo dell’hardware.
Qualcuno dice che non è un'iniziativa anti Microsoft ma, anche se lo fosse, la sostanza non cambia. L'azienda di Redmond ha agito per troppi anni in regime di monopolio, violando più di una volta le leggi Antitrust e per questo è stata multata dall'Unione Europea. Se ritenete che l'iniziativa sia valida, andate qui .
Ciao, alla prossima.

21 giugno: inizio dell'estate astronomica

Oggi 21 giugno inizia l'estate astronomica nell'emisfero settentrionale. E' il giorno del solstizio estivo . Il sole alle 12.00...