venerdì 8 settembre 2017

Perchè il terremoto in Messico

Il terremoto che stamattina ha devastato il Messico meridionale ha avuto una Magnitudo di 8.1 gradi sulla scala Richter (dati dell’USGS) e il suo epicentro si colloca al largo delle coste del Chiapas.


Si è trattato di un terremoto tettonico, causato dalla collisione tra la zolla di Cocos - Nazca e la zolla Caraibica. Nello scontro tra una zolla oceanica e una continentale la prima, essendo più leggera, tende a scivolare sotto la seconda lungo una superficie inclinata detta Piano di Benioff. In questo modo si è formata nel tempo la fossa dell’America centrale che corre parallelamente alla costa occidentale dell’America centrale. 


La crosta oceanica sprofondata sotto quella continentale fonde per le alte temperature raggiunte. Il materiale risale quindi in superficie e, solidificandosi, dà origine alla formazione di montagne e vulcani. 

Gli stati dell’America centrale sono caratterizzate da un'elevata sismicità, in quanto si trovano interessate dallo scontro tra le zolle oceaniche (zolle dCocos e Nazca) e quelle continentali (zolla Caraibica, zolla sudamericana).
In questo modo si spiega l'origine dei violenti terremoti molto frequenti in queste regioni. 
Non è la prima volta che il Messico viene devastato da terremoti catastrofici. Basti pensare a quello avvenuto nel 1985, della stessa magnitudo di quello di oggi, che causò la morte di 10.000 persone e che distrusse la capitale Città del Messico.

mercoledì 30 agosto 2017

Come scaricare video da YouTube sui dispositivi Android

La procedura è valida anche per i sistemi Windows.


NB
E' tuttavia possibile ottenere il link del video accedendo a YouTube direttamente dl browser. Per far questo lanciate il vostro programma di navigazione, scrivete www.youtube.com nella barra degli indirizzi. Vi comparirà una finestrella simile a quella in figura. 


Tappate su Annulla, in questo caso avrete accesso a YouTube dal browser e non dall'app. Cercate il video, quando l'avrete trovato vedrete il suo link nella barra degli indirizzi. Copiatelo e seguite la procedura descritta.

Il video ha solo uno scopo dimostrativo. Ricordo che è vietato scaricare video coperti dal Diritto d'Autore.

sabato 26 agosto 2017

Kadaza: tutto (o quasi) in una singola pagina web

Kadaza è una home page visuale, che propone in un’unica tabella solo i migliori siti e le pagine web più popolari e affidabili all’interno di una vasta gamma di categorie. 
Con Kadaza non solo si avrà a disposizione una pratica e completa panoramica di tutti i siti più autorevoli nella lingua scelta, ma si potranno anche scoprire nuove risorse online. 


Kadaza è personalizzabile, in quanto si può scegliere il motore di ricerca preferito, inoltre la disposizione dei loghi dei siti può essere modificata. 
Per finire, sulla sinistra è presente un vasto elenco di categorie di argomenti, sevizi e prodotti ai quali si può accedere con un semplice clic. Vale la pena di provare Kadaza come main page del vostro browser preferito.

lunedì 14 agosto 2017

WhatsApp verso pagamenti, spunta in rete funzione Payments

WhatsApp sempre più vicina ai pagamenti elettronici. In una nuova versione beta (quindi in fase sperimentale) dell'applicazione per Android sarebbe stato avvistato in rete il supporto a Payments, un sistema di pagamento sfruttabile dagli utenti. Dovrebbe trattarsi di una modalità per trasferire denaro tramite UPI (Unified Payments Interface), da banca a banca: insomma, oltre ai messaggi gli utenti potranno inviare su WhatsApp anche denaro ai propri contatti. 
Un servizio che l'app WeChat offre già in Cina. WhatsApp, a questo punto, seguirebbe la strada già presa per ora solo negli Stati Uniti da Facebook Messenger, altra app dell'universo di Mark Zuckerberg.

sabato 5 agosto 2017

Come scaricare sul computer foto e video da Instagram senza software (Chrome)

Instagram è la piattaforma più famosa per la condivisione di immagini, ma sul social network non è infrequente imbattersi in video divertenti che vorremmo scaricare per inviarli ai nostri contatti tramite WhatsApp
Purtroppo, per quanto riguarda le immagini, a meno che non facciate uno screen shot della pagina, non è possibile scaricarle col tasto destro del mouse, perché nel menù non compare la voce Salva immagine con nome.  E neppure i video possono essere scaricati coi metodi che usiamo di solito
Per chi usa Chrome come browser il problema si risolve installando il componente aggiuntivo Margatsni - Instagram Downloader
Accedete quindi con Chrome a questa pagina, cliccate sul pulsante Aggiungi, in questo modo l’estensione verrà rapidamente installata e voi ne vedrete l’icona caratteristica nella barra in alto a destra. Adesso scaricare immagini e video da Instagram sul vostro computer diventerà un gioco da ragazzi. Aprite Instagram e cercate l’immagine o il video desiderati. 

Noterete che accanto ai pulsanti dei Like e dei commenti si è aggiunta una freccetta rivolta verso il basso (nelle figure è stata cerchiata in rosso). 

Cliccateci sopra e l’immagine o il video verranno scaricati sul vostro computer.
Naturalmente in rete troverete altri modi per il download, ma questo è senz'altro molto rapido e non richiede installazione di software di terze parti.

Nota: Scaricare foto da Instagram è un’operazione che può essere effettuata solo per fini strettamente personali. Le immagini non possono essere condivise pubblicamente né utilizzarle in progetti professionali. Se avete intenzione di utilizzare una foto  trovata su Instagram per scopi differenti, contattate l’autore e chiedete il permesso. In caso contrario commettereste una violazione delle norme sul diritto d’autore.

sabato 29 luglio 2017

9 incredibili fatti scientifici che probabilmente non hai imparato a scuola

Questo il titolo, in inglese, del bellissimo e interessante video che ci parla della nostra Terra e dei suoi dintorni, dei mari, dell’atmosfera e di molto altro. 
Il lato più interessante sono i dati quantitativi forniti, per quanto riguarda grandezze e distanze
Il video comincia simulando un viaggio all’ interno della Terra, poi ci fa esplorare le profondità dei mari per portarci quindi in un viaggio nel cosmo alla velocità della luce. (A questa velocità la Luna verrebbe raggiunta in 1,28 secondi). Il video prosegue descrivendo cosa succede e cosa c’è a diverse altezze sopra di noi. Quindi mostra alcuni dati sulla durata della vita di organismi viventi, poi continua mostrandoci i posti nel mondo che dovremmo evitare ( per cause ambientali, climatiche, per la presenza di animali pericolosi ecc .. ). Alla fine  ci mostra alcune curiosità dal mondo della scienza. 


Nel complesso il video, quasi interamente realizzato come un cartone animato, è didatticamente molto valido perché, sciorinando una serie di dati numerici, dà un’idea sull’ ordine di grandezza delle cose, delle dimensioni della terra e delle distanze cosmiche
La durata è di 10 minuti, ma vale la pena guardarlo tutto. Eventualmente potete vederlo un po’ per volta.