martedì 9 febbraio 2016

Cose che succedono in Egitto

Il punto a fumetti di Marco Dambrosio Makkox su Giulio Regeni, lo studente italiano ucciso al Cairo. L'Egitto che studiavamo a scuola da piccoli, è lo stesso Egitto che ci troviamo di fronte oggi? Forse solo Giulio sarebbe stato in grado di darci una risposta...


Video breve ma molto struggente. 
Dalla puntata di Gazebo del 07/02/2016. 

martedì 2 febbraio 2016

Fiocchi di neve tra fisica e geometria

I fiocchi di neve nascondono un sacco di curiosità anche per gli appassionati di fisica e di... geometria. Per esempio: come assumono quell’aspetto che, al microscopio, appare tanto complesso e caratteristico? I fiocchi partono tutti da una forma “base”, un cristallo esagonale di ghiaccio, da cui progressivamente spuntano “rametti” e altre strutture. L'immagine fa parte di una una collezione realizzata da Kenneth Libbrecht, fisico del California Institute of Technology. 

La collezione (22 stupende foto di altrettanti fiocchi di neve) può essere ammirata in questa pagina del sito Focus.

martedì 26 gennaio 2016

Scoperto il più grande numero primo: ha 22 milioni di cifre!

Recentemente un professore di matematica statunitense ha scoperto il più grande numero primo primo esistente. Il mostro sarebbe formato da circa 22 milioni di cifre. Si ricorda che i numeri primi sono numeri che possono essere divisi solo per 1 e per se stessi. Naturalmente il professore si è avvalso di potenti computer per arrivare alla sua scoperta. Alcune curiosità.


Scrivendo in media 40 cifre al minuto, ci vorrebbero circa 400 giorni (poco più di un anno) per scrivere il numero primo per intero. Naturalmente senza pause. 
E ancora. Se scriviamo il numero usando cifre alte 5 mm, e se mettiamo tutte questa cifre una sopra l’altra, si raggiungerebbe l’altezza di 110 Km. (L’Everest è alto 8848 m).
Per ulteriori informazioni sulla scoperta, gli interessati potranno soddisfare la loro curiosità leggendo questo articolo

martedì 19 gennaio 2016

Come aggiornare le app solo col WI-FI

Quando controlliamo il traffico dati sul nostro smartphone è possibile trovare la sgradita sorpresa di aver consumato centinaia di MB, pur sapendo di aver usato prevalentemente la rete Wi–Fi.
Tutto questo può avvenire perchè sul nostro smartphone Android è attivata l'opzione Aggiornamenti automatici. In questo caso, se ci troviamo lontani da una rete WI-Fi, il dispositivo sfrutta la connessione del provider per il download,  facendo lievitare spesso in modo sensibile la quantità di MB utilizzati. 
Tutto questo può essere evitato con una semplice modifica da effettuare sul nostro cellulare. I modi sono due. 
MODO 1
Tappiamo sull’icona del Play Store e poi in alto a sinistra sulle tre righe orizzontali. Apriamo la voce Impostazioni e poi su Aggiornamento automatico app . Si aprirà la finestra che vedete sotto. 
Mettiamo la spunta su Aggiornamento automatico app solo tramite WI-Fi


MODO 2
Accediamo alle impostazioni del nostro smartphone e cerchiamo la voce che riguarda gli aggiornamenti delle app. Il percorso varia a seconda del modello. Operiamo la scelta come nella figura sotto. 
In questi due modi, il nostro cellulare scaricherà gli aggiornamenti solo attraverso una connessione Wi-Fi.

martedì 12 gennaio 2016

Come accelerare o rallentare la riproduzione dei video su YouTube

Forse non tutti sanno che, da qualche tempo, è possibile guardare un video su YouTube modificandone la velocità di riproduzione. Può succedere infatti che una clip sia troppo lunga per essere visionata per intero. Viceversa, per altri motivi, si può avere il desiderio di guardare un video a velocità rallentata. 
Per accelerare o rallentare un video su YouTube bisogna cliccare sull’icona a forma d’ingranaggio presente sull’angolino in basso a destra. 



Poi fare clic su Velocità e selezionare le opzioni come in figura. La velocità di riproduzione può essere accelerata da 1,25 volte fino al doppio della velocità stessa. Oppure può essere rallentata della metà o di un quarto.

martedì 5 gennaio 2016

Nasa

NASA è una fantastica app per Android, che ci consente di accedere a migliaia di immagini, video, informazioni, missioni e notizie sull’ Ente Spaziale Americano. NASA è suddivisa divisa in sezioni e questo aiuta nella ricerca di quello che ci interessa maggiormente. 
L’archivio è grandissimo e viene aggiornato ogni giono. Vi elenco solo alcuni dei contenuti che possiamo trovare. 
  • Oltre 14.000 immagini  
  • Live streaming su NASA TV 
  • Live video streaming da High Definition Terra Visualizzazione (HDEV) esperimento sulla ISS 
  • Informazioni di lancio e conto alla rovescia orologi 
  • Passaggi visibili attuali per la Stazione Spaziale Internazionale (ISS
  • Passaggi visibili attuali per altre missioni (Fermi, Hinode, Hubble ...) 
  • Mappa, informazioni e collegamenti a tutti i centri visitatori della NASA.
Non poteva mancare una sezione appositamente dedicata alla nostra Terra, ai pianeti del sistema solare e alla Galassia. Per gli appassionati de genere NASA è un’app altamente consigliata. E’ gratuita e si scarica dal Play Store.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...