venerdì 27 dicembre 2013

Dal seme al fiore: il video in time-lapse

La nascita di decine di piante documentata in una serie di macrofotografie: un filmato che mostra il silenzioso lavoro della natura.

 
L'autore del video è il montenegrino Daniel Csobot (qui il suo canale Vimeo ). 
 

sabato 21 dicembre 2013

21 dicembre - solstizio invernale. Anche Google ce lo ricorda

Oggi il simpatico doodle di Google ci ricorda che col 21 dicembre inizia l'inverno astronomico.
Oggi infatti nell'emisfero Nord è il giorno del solstizio invernale, il giorno più corto dell’anno. Il sole tocca il punto più basso dell’orizzonte, questa sarà la giornata con le ombre più lunghe.
 
 
 
Quella tra il 21 e il 22 Dicenbre sarà anche la notte più lunga, la più buia dell'anno. Infatti a causa dell'inclinazione dell' asse terrestre, il sole nel suo movimento annuo lungo l'eclittica, viene a trovarsi alla sua minima inclinazione; a mezzogiorno si avrà l'ombra piu' lunga di tutto l'anno.

Da domani la durata del dì rispetto alla notte comincerà ad aumentare fino al 21 Giugno, giorno in cui la situazione comincerà ad invertirsi. Nell’emisfero Sud oggi inizia l'estate ed è il giorno del solstizio estivo, i raggi del sole cadono perpendicolarmente al tropico del Capricorno, che si trova a 23° 27’ di latitudine sud.
Non è vero che “Santa Lucia è la notte più lunga che ci sia”, è un detto popolare e la simpatica rima faceva da promemoria, quando non esistevano le agende elettroniche, e nemmeno quelle cartacee. In realtà fino a circa 500 anni fa la notte più lunga era proprio quella del 13 dicembre. Tutto era dovuto a un errore nella riforma del calendario fatta da Giulio Cesare nel 46 a.c. Nei secoli seguenti gli astronomi si accorsero di alcune discrepanze. Infatti il 21 marzo, giorno dell' equinozio di primavera, il dì risultava più lungo della notte, come se si fosse già in aprile. La riforma del calendario gregoriano, operata da Gregorio XIII, nel 1592, mise le cose a posto. Quindi è vero che la notte di Santa Lucia è stata la notte più lunga che ci sia, ma solo per un errore.

giovedì 19 dicembre 2013

Come riconoscere il titolo di una canzone con SHAZAM

Capita spesso di ascoltare una canzone alla radio ma di non conoscerne il titolo, lo stesso vale per un motivo che accompagna un video su YouTube. Vorremmo acquistare o scaricare la canzone, ma non conosciamo nè il titolo nè l'autore. Shazam è un'applicazione per Android e iPhone che riconosce la musica e i media che suonano intorno a noi. Basta lanciare l'applicazione, avvicinarla alla sorgente sonora, toccare il pulsante Shazam e aspettare qualche attimo.

Il motivo verrà riconosciuto quasi all'istante. Una volta individuata la canzone è possibile guardare il video relativo su YouTube o avere informazioni sulla discografia dell'autore.

Shazam è compatibile con sistemi Android e con iPhone, è gratuita e si scarica da Google Play o da iTune Apple.

sabato 7 dicembre 2013

mercoledì 4 dicembre 2013

Come nascondere immagini e video sui dispositivi Android con Vaulty

Può succedere che il vostro smartphone venga utilizzato a vostra insaputa dagli amici, ma che ci siano immagini o video che non vorreste che altre persone vedano. In questo caso potete usare l'app gratuita  Vaulty, che permette di nascondere foto e video anche nel caso in cui il dispositivo venga collegato al pc. L'uso di Vaulty è molto semplice. Scaricatelo da Google Play e installatelo. Appena lanciato, vi chiederà una password o un pin di accesso al programma. Scrivete la password e confermate con Ok.

A questo punto vi si aprirà la seguente finestra. Premete il tasto Hide Pictures & Videos. In questo modo verrete rimandati alla galleria delle immagini.

Selezionate la cartella e le immagini o le clip da nascondere e poi tappate sull'icona a forma di lucchetto. Da adesso la immagini selezionate non saranno più visibili nella loro cartella originaria, ma solo accedendo a Vaulty dopo aver inserito la password.

Il procedimento per rendere di nuovo visibili le immagini nascoste è simile: accedete a Vaulty, selezionate le immagini e tappate sul tasto a forma di lucchetto aperto. Le immagini saranno di nuovo disponibili nella loro posizione originaria.

martedì 26 novembre 2013

Visita virtuale al CERN

Il CERN è il più grande e avanzato laboratorio di fisica delle particelle nel mondo. Situato a Ginevra, purtroppo non è accessibile a tutti , ma Google ha pensato bene di virtualizzarlo e trasferirlo tra le numerose mappe create dallo staff di Street View. In questo modo tutti potranno fare una visita all'interno del laboratorio e muoversi tra le sue principali aree, stando comodamente seduti sulla poltrona di casa.
 

giovedì 21 novembre 2013

OOo4Kids (IT), la versione Open Office per i più piccoli

OOo4Kids è la suite di Open Office pensata per bambini e ragazzi e rappresenta la soluzione ideale per l'uso nella scuola primaria. Esso infatti si presenta con una interfaccia grafica semplificata, ridotta a due sole barre di strumenti con le funzionalità principali. Si tratta di una versione di Open Offce pensata infatti per la fascia di età che va dai 7 ai 14 anni.
Anche i font di caratteri sono stati rivisti con l'introduzione di alcuni stili per la scrittura in corsivo. Insomma se avete in mente un software per l'avvio all'uso di videoscrittura e disegno nella scuola primaria questa è la soluzione ideale.
Eccovi un breve filmato introduttivo fatto a scopo promozionale.

 
OOo4Kids è un progetto OpenOffice Education e ha l’intento di avvicinare il mondo dell’educazione alla cultura open source. OOo4Kids è gratuito, compatibile con sistemi Windows, Linus e Mac e si presenta sia in versione installer sia come software portable.
Download

sabato 16 novembre 2013

Lecce vista da un drone

Roberto Leone ha fissato una telecamera con un obiettivo fisheye su un piccolo  drone e ha realizzato un video con immagini aeree dei monumenti e delle piazze di Lecce. Il video è stato prodotto dalla Melchioni Elettronica Sud di Lecce.

 
Il drone è un sofisticato minuscolo elicottero multi rotore dotato di piccole eliche e di telecamera, che viaggia in assenza di pilota ed è controllato da un computer a bordo e con tanto di telecamera.

Fonte: Internazionale

lunedì 11 novembre 2013

Il DEEP WEB, la faccia nascosta di Internet

Quando facciamo una ricerca su Internet, i motori ci mostrano solo una piccola parte dei risultati ( qualcuno dice solo il 4% ), il resto 96% è volutamente occultato.  E'  Il Deep Web, o Web nascosto, costituito da quella parte di Internet inaccessibile ai normali browser e che comprende siti dove vengono svolte numerose attività, lecite ed illecite. Il Deep Web è nato con l'esigenza di tutelare la privacy dei navigatori ed è gestita da una rete di volontari che permettono l'anonimato ai loro utenti e alle attività svolte.

 
I siti del Deep Web fanno parte della rete TOR e hanno nomi complicati. Va subito detto che non è vietato accedere alla rete TOR, purtroppo però c'è chi approfitta dell'anonimato per svolgervi attività illegali e delittuose, come la vendita di droghe, armi e molto peggio ancora.
Pertanto le indicazioni ed i link che verranno pubblicati in questo post hanno solo carattere informativo e il sottoscritto declina ogni responsabilità per eventuali attività illecite che potrebbero essere commesse.
Per entrare bel Deep Web bisogna fornirsi di un browser adatto: TorBrowser, una versione modificata di Firefox e configurata per collegarsi alla rete TOR. Di Tor Browser e del suo uso ho parlato recentemente in questo post.

Non aspettatevi che Tor Browser sia veloce come la luce, al contrario lo troverete assai lento, questo per i vari "controlli" che deve effettuare per garantirvi la sicurezza all'interno della rete TOR.  Per muoversi dentro il Deep Web si possono utilizzare dei motori di ricerca come Hidden Wiki oppure  Torch (noterete che i link deep terminano con .onion, e non funzionano nei browser normali ).

Tor Browser è scaricabile gratuitamente ed è un software multipiattaforma. Di seguito i link per il download:
Windows: ITA_32bit
Linux: ITA_32bitITA 64bit
MAC OSx: ITA_32bitITA_64bit


Adesso non vi resta che provarlo, facendo molta attenzione.

Via | Cittadino imperfetto

mercoledì 6 novembre 2013

Come trasformare un' immagine in un video con KenSentMe

In alcuni filmati, come ad esempio nel caso di documentari trasmessi in TV, le immagini vengono animate in zoom in avvicinamento o in allontanamento. Questo è comunemente chiamato Effetto Ken Burns. KenSentMe è un piccolo programma portabile che consente di ottenere il video da un'immagine con effetto zoom sia in allontanamento sia in avvicinamento, generando bellissimi effetti panoramici.
L'uso di KenSentMe è semplice e intuitivo. Dopo averlo scaricato, dovete estrarre l'archivio compresso, quindi fare doppio clic sul file KenBurnsMe.


Nella prima finestra dovete cercare l'immagine che userete per il progetto premendo sul pulsante a fianco della voce Image, quindi indicare una cartella per l'output, (Directory). Nella sezione Resolution potrete impostare la risoluzione preferita del video, e in Frames/Second i fotogrammi per secondo. Attivando l’opzione Simulate shacking è possibile dare un effetto movimento al filmato. Date quindi l'OK premendo il pulsante omonimo. Nella successiva finestra comparirà l'immagine da editare.


Selezionate per trascinamento le zone da zoomare e da allontanare, quindi premete sulla voce Generate mjpeg movie e poi su Generate. Il formato finale sarà un video Avi la cui pesantezza dipenderà dalla risoluzione e dal numero di effetti che avete impostato.


In ogni  caso la grandezza del video può essere alleggerita senza perdita di qualità, convertendolo in mp4 con apposito software. Il video che vedete sopra è stato originato dall'immagine della seconda figura. Consiglio di fare alcune prove per meglio familiarizzare col programma. KenSentMe è gratuito, compatibile coi sistemi Windows e si scarica da  questo sito.

 

sabato 2 novembre 2013

Navigare in completo anonimato con Tor Browser

Se vi piace l'idea di poter navigare in Internet in pieno anonimato, col totale rispetto della vostra privacy, Tor Browser è il programma che fa per voi. Il suo funzionamento si basa sul protocollo di crittografia a strati: i dati non vengono trasmessi direttamente dal client al server , ma viaggiano sui cosiddetti onion router, una rete di server che veicola i dati creando un circolo virtuale crittografato. Volendo, con Tor Browser si ha accesso anche al Deep Web, la faccia oscura del Web, inacessibile coi browsers tradizionali. Tor Browser è gratuito e disponibile anche per Linux e Mac Os X. Sul sito ufficiale troverete le release per il vostro SO, il software è in versione portable, quindi nulla da installare sul computer. Appena scaricato, scompattate l'archivio sul desktop o altra directory, vedrete comparire la cartella Tor Browser, apritela e lanciate con doppio clic il file Start TorBrowser.exe.

Quando Tor Browser avrà avuto accesso alla rete vedrete comparire la pagina col vostro indirizzo IP. Siete entrati nel Deep Web, l’IP che vedete non è il vostro, ma è quello che vi è stato associato temporaneamente dal servizio TOR. Adesso potete cominciare a navigare in forma completamente anonima.


Per uscire da Tor Browser cliccate sul solito pulsante di chiusura. Per motivi di privacy, l'elenco delle pagine Web visitate e gli eventuali cookie saranno cancellati.

lunedì 28 ottobre 2013

La danza degli storni

Ci sono avvenimenti ai quali capita di assistere una sola volta nella vita. Sabato pomeriggio, a poche centinaia di metri da casa mia.
 
 
La danza è continuata per 30 - 40 minuti, le auto si fermavano sulla provinciale per ammirare l'inconsueto spettacolo ...

venerdì 25 ottobre 2013

Simulatore Reflex on line

Se siete appassionati di fotografia e volete migliorare la qualità dei vostri scatti, andate su questo sito. Il servizio simula efficacemente una Reflex, in questo modo voi potrete variare anche manualmente quei parametri che che una compatta non permette. Così facendo vi diventeranno più familiari termini come Iso, apertura del diaframma, tempo di esposizione, lunghezza focale.

Provate a prendere confidenza con le opzioni che vedete sotto, scattate qualche foto variando i parametri e vedete l'effetto che fa. Dopo lo scatto, un'emoticon vi mostrerà l'esito, sia esso un'opera d'arte o una schifezza.

domenica 20 ottobre 2013

Fatti smart! Tutela la tua privacy su smartphone e tablet

Anche se non diamo loro troppa  importanza, Smartphone e tablet ci accompagnano ovunque e custodiscono parti personali e delicate della nostra vita .... immagini, foto, messaggi, video.

 
Condivide questo video, soprattutto se siete genitori o educatori.

martedì 15 ottobre 2013

50+ gif animate molto "trendy"

Più piccole di un video, più coinvolgenti di un'immagine fissa. Sono le gif animate, presenti sul Web da quando esiste Internet. Di dimensioni variabili, si possono scaricare gratuitamente da molti siti, non sono sempre belle, ma ultimamente si sono evolute, sono tornate in voga. Quelle che vedete sotto sono solo alcune tra le oltre 50 gif animate che trovate su WebdesignerPot. Essendo di grandi dimensioni e formate da più immagini fisse, sono piuttosto pesanti, per questo potreste trovare difficoltà ad aprire la pagina. Vi consiglio comunque di visitare il sito, potrete liberamente scaricarle e farne l'uso che vi piace.
 
 



 

 


mercoledì 9 ottobre 2013

Le immagini di tutti profili FB in una sola pagina web

Facebook, nel momento in cui scrivo, conta esattamente 1.278.837.506 iscritti, un sesto della popolazione mondiale.
Qualcuno ha avuto la (poco) felice idea di raccoglierli tutti in una sola pagina web. Vi chiederete come. Li ha fatti diventare oltre un miliardo di puntini, che diventano immagini, che diventando profili: Thefacesoffacebook raccoglie in una sola pagina tutti i volti del più popolare social network. I servizi segreti non avrebbero potuto fare di meglio, anche perchè - non dimentichiamolo - quelle foto ce le abbiamo messe noi.
 
 
Tranquilli, se volete trovare la vostra faccia, è probabile che dobbiate cercarla per anni.
La cosa è comunque inquietante, perchè cliccando su un punto qualsiasi della pagina, si aprirà un immenso alveare di facce e cliccando sopra una qualsiasi di queste facce sarete immediatamente catapultati sulla pagina del suo profilo FB.

sabato 5 ottobre 2013

Audiolibri e fiabe a portata di clic

Su Radio Rai possiamo scaricare gratuitamente gli audiolibri delle trasmissioni andate in onda in passato, scegliendo tra alcune e delle opere più conosciute. Per consultare l'archivio delle trasmissioni disponibili accediamo a questa pagina e poi clicchiamo sulla voce Gli audiolibri nel menù a sinistra.
 
Oltre agli audiolibri è possibile accedere all'elenco delle audiofiabe (Le audiofiabe), interviste e altro materiale. Basta scorrere l'elenco per trovare quello che si cerca. Per scaricare il file, posizioniamoci sopra col mouse, facciamo un clic col destro del mouse e infine Salva oggetto con nome. L'audiolibro verrà salvato in formato Mp3.

martedì 1 ottobre 2013

500000

Chiedo scusa per il post autoreferenziale, ma oggi le pagine di Computer e dintorni hanno superato le 500.000 (cinquecentomila) visite. Anche se in questa cifra sono comprese anche le mie, è pur vero che i visitatori giornalieri in questi ultimi mesi sono costantemente e abbondantemente superiori ai 200 e le pagine visitate superano le 350.
 
 
Per me è una grande soddisfazione, i commenti sono sempre lusinghieri e questo mi invoglia a migliorarmi ulteriormente. Cerco di pubblicare post che non siano mai banali ma che soddisfino la curiosità e le esigenze dei visitatori. Alcuni articoli sono ben indicizzati da Google e vengono letti più volte al giorno.

Un grazie a tutti voi!

venerdì 27 settembre 2013

Cappuccetto rosso e il Facebook cattivo

I personaggi sono sempre gli stessi: Cappuccetto Rosso, la nonna e il lupo, questa volta trasportati nel nostro mondo supertecnologico. Il risultato è un video simpatico e divertente, didatticamente valido per chi ha a cuore la sicurezza di figli e studenti su Internet e vorrebbe guidarli verso un uso consapevole dei social network e di Facebook in particolare.


Guardatelo è condividetelo! Dura circa due minuti.

lunedì 23 settembre 2013

23 settembre - Equinozio d'autunno

Oggi 23 settembre comincia l’autunno astronomico. E’ il giorno dell’equinozio d’autunno e, come il 21 marzo ( o il 20 ) - equinozio di primavera - il dì ha la stessa durata della notte in tutti i punti della terra. Questo perché il circolo d'illuminazione, cioè quella linea immaginaria che separa il dì dalla notte, taglia esattamente a metà tutti i paralleli. Dell’ equinozio di primavera e delle stagioni ho ampiamente parlato in questo post. Il periodo d'illuminazione continuerà ad accorciarsi e la sua durata raggiungerà il minimo il 21 dicembre, giorno del solstizio d'inverno. Dopo il 21 dicembre la tendenza s'invertirà.

Image and video hosting by TinyPic

Vi chiederete perché l’equinozio d’autunno cade il 22 - 23 settembre e non il 20 - 21. La risposta sta nel fatto che la terra durante il periodo estivo, nel suo moto di rivoluzione attorno al sole, si trova vicino all’ afelio, cioè nel punto più lontano dal sole (ci è passata i primi di Luglio) e, per la seconda legge di Keplero, la sua velocità è minore di quando è prossima al perielio (il 3 gennaio) , il punto più vicino al sole. Ne deriva che il semestre caldo (primavera estate) è più lungo di circa 6 giorni rispetto a quello freddo (autunno inverno) con conseguenza di uno slittamento dell’equinozio d’autunno di due giorni.


venerdì 20 settembre 2013

Giphy - Il motore di ricerca per gif animate

Giphy, è un motore di ricerca di immagini Gif animate che, oltre a ricercarle sul web, permette di incorporarle su Facebook, semplicemente copiando l'url sul social network o cliccando il tasto share GIF. Per facilitare la ricerca Giphy è suddiviso in sezioni, ma si possono rintracciare le Gif digitando la parola chiave sull'apposito form. Affinché le Gif risultino animate su Facebook, è necessario che  l’url provenga da Giphy.

 
Come è infatti noto, Facebook non permette di condividere nativamente questo tipo di immagini. Le Gif animate possono anche essere scaricate sul pc.

Via|100Web2.0

domenica 15 settembre 2013

Come spostare le app sulla micro SD

Per non saturare in poco tempo la memoria di sistema integrata nello smartphone, su Android è possibile sfruttare una micro SD esterna, potendo qui spostare molte applicazioni presenti sul dispositivo.  La procedura è molto semplice e veloce.
Sul nostro dispositivo Android andiamo su Applicazioni e poi su Gestisci applicazioni. In questa finestra selezioniamo il tab Scaricate (in alto a sinistra) e attendiamo che compaiano tutte le icone della applicazioni. Selezioniamone una e verifichiamo l'esistenza del pulsante Sposta in scheda SD.



Tappiamo quest'ultimo pulsante e lo spostamento sarà effettuato in un istante. In questo modo, con una micro SD capiente, potremo spostare molte applicazioni, mantenendo più leggera la RAM del sistema che funzionerà così più velocemente.

martedì 10 settembre 2013

Come guardare i programmi Rai su smartphone e tablet

Rai.TV è un'applicazione gratuita che permette di guardare i programmi Rai sui propri dispositivi Android. Rai.TV è divisa in più sezioni.

In Dirette TV è possibile guardare in diretta tutti i 14 canali Rai. In Rai Replay si possonono vedere le trasmissioni degli ultimi sette giorni andati in onda su Rai1, Rai2, Rai3, Rai4 e Rai5. Rai On Demand mostra i video più interessanti del giorno, selezionati per noi dall'applicazione. La sezione Videonotizie ci permette di vedere integralmente gli ultimi telegiornali trasmessi sui vari canali.
Rai.TV è gratuita e si scarica da GooglePlay.

giovedì 5 settembre 2013

Lo spettacolo delle Perseidi in 60 secondi

Spettacolare video in timelapse sulle Perseidi, le stelle cadenti di agosto. Le riprese  sono state effettuate tre settimane fa nel Joshua Tree National Park.
 
L'autore del video è Kai Gradert.

sabato 31 agosto 2013

I Forgot My Phone

Ammetto di aver assistito anch'io a situazioni simili a quelle descritte nel video. E' ormai un fatto assodato. Cellulari e smartphone hanno cambiato la nostra vita e il mondo. Alle volte, tuttavia, il loro uso smodato e quasi compulsivo può portarci ad un'alienazione vera e propria, perchè spesso ci distrae completamente da tutto quello che ci sta attorno, facendoci dimenticare anche le persone che ci vogliono bene. I FORGOT MY PHONE ci sintetizza tutto questo. Due minuti e trenta secondi che raccontano una giornata intera. Il protagonista è lo smartphone,  presente e invadente in ogni situazione, al punto da rendere schiavi i suoi possessori, impedendo di cogliere il vero senso delle cose e della vita.
 

 
Il video è stato realizzato e interpretato da Charlene de Guzman,  trentenne californiana, e sta spopolando  in Rete e su YouTube in particolare. 

martedì 27 agosto 2013

Facebook: un malware inganna 500 mila utenti

A rischio soprattutto i dispositivi Android, infatti il malware s'installa come estensione di Chrome.  La richiesta di installare un plug-in per guardare un video dovrebbe già insospettire. Rimane sempre valido il consiglio di non accettare mai caramelle da sconosciuti.
Non sottovalutatelo, ha infettato 500 mila utenti in tre giorni.


 
Maggiori info su Repubblica.it

venerdì 23 agosto 2013

Un secondo in Internet

Volete sapere cosa succede su internet in un secondo? Volete sapere quanti filmati vengono visti su YouTube, sempre in un secondo? O quante chiamate vengono effettuate attraverso Skipe ? O vi piacerebbe conoscere quante foto vengono pubblicate su Instagram? Andate su onesecond e ve ne renderete conto. Vi do solo un'anteprima. Quando mi son collegato io al sito, alcuni istanti fa, venivano cliccati su Facebook una cifra di like il cui numero si aggirava sui 36 milioni. Sempre in un secondo. Pochini vero ?

Pensate che: 10 anni fa, Skype, Facebook, YouTube, Reddit, Twitter, Tumblr, Dropbox, Instagram non esistevano. 20 anni fa c'erano solo 130 siti totali, Google non era ancora stato inventato, e si doveva pagare per un account di posta elettronica tramite un ISP.
30 anni fa non c'era Internet.

martedì 20 agosto 2013

Come togliere le tracce audio da un video

Alle volte per un particolare progetto potrebbe servirci un video o parte di esso senza l'audio. Nel seguito vengono descritte due procedure per togliere l'audio da un video con altrettanti software.

Windows Live Movie Maker
La procedura è molto semplice. Per prima cosa importate il video che v'interessa. Poi cliccate su Modifica e successivamente su Volume. A questo punto trascinate l'indicatore del volume a sinistra come in figura.



Infine salvate il filmato scegliendo l'opzione Consigliato per questo progetto.


Windows Movie Maker
Dopo aver importato il video e averlo trascinato nella story board, dovete cliccare successivamente su Clip>Audio>Disattiva. Quindi salvate il filmato.
Usando programmi proprietari Microsoft, i video verranno salvati in formato WMV.

FreeMake Video Converter
Il programma citato è un ottimo convertitore video e tra le numerose opzioni possiede anche quella di togliere l'audio da un video. Anche in questo caso non ci sono particolari difficoltà. Dopo aver importato il video, scegliete il formato di conversione tra quelli elencati in basso, quindi premete sulla crocetta verde come in figura. 
 

A questo punto si aprirà un a finestra di personalizzazione del video. Voi non dovete far altro che selezionare la voce No audio come in figura, confermare con Ok e procedere alla conversione.
 

Sicuramente questi metodi non sono i soli per effettuare questa operazione, ma cercando su Google sono sicuro di trovarne altri.

giovedì 15 agosto 2013

Come cambiare lo sfondo al blocco schermo dello Smartphone Android

Chi ha uno smartphone Android non avrà faticato a imparare come si cambia lo sfondo del display, ma scommetto che a qualcuno piacerebbe sapere se e come è possibile cambiare lo sfondo alla schermata di blocco. L'ho scoperto alcuni giorni fa, è facilissimo. La procedura è la seguente.  Accedete alle impostazioni del vostro smartphone Android, toccate su Impostazioni e poi su Display. Vi si aprirà la schermata che vedete sotto a sinistra. 

A questo punto toccate sopra la parola Display che vedete in alto. Vi si aprirà la finestra che vedete sopra a destra. Andate sulla sezione Blocca schermo e toccate sulla voce Sfondo. A questo punto non dovrete fare altro che scegliere lo sfondo preferito dalla galleria.

sabato 10 agosto 2013

Cosa accade su Internet in 60 secondi ?

Quanto è grande Internet? O meglio cosa succede nel suo mare magnum? E' difficile dare una risposta, perché la Rete è fatta di tante cose. C'è chi fa ricerche su Google, chi pubblica un post su Facebook, chi chiede assistenza in un forum, chi carica immagini su Instagram. D'accordo, ma quante persone fanno cosa in un dato tempo ?
Qmee ha creato l'infografica che vedete sotto e che illustra quello che avviene su Internet in un minuto tipico.
I dati sono impressionanti.
Avete bisogno di qualche esempio?  ogni 60 secondi di ogni giorno, 278.000 cinguettii vengono inviati su Twitter, 41.000 nuovi post vengono pubblicati su Facebook, ogni 60 secondi vengono creati 571 nuovi siti web!

Qmee Online in 60 Seconds Infographic 
 
Non vi siete ancora fatti l'idea? Allora ...  in un solo minuto 15.000 brani vengono scaricati su iTunes,  83.000 dollari vengono spesi su Amazon e vengono scambiati 204 milioni di messaggi di posta elettronica.



lunedì 5 agosto 2013

Aggiungere effetti speciali a immagini su ImageOid

ImageOid è una fantastica applicazione web che consente di aggiungere effetti speciali alle immagini GIF, JPG e PNG che non superino i 600 kb. Tra di essi il bianco e nero, seppia, riflesso, retrò, blu, scala di grigi, effetto mosaico e molti altri ( in tutto oltre trenta ). C'è anche la possibilità di aggiungere cornici.
L'uso del sito è molto semplice e intuitivo. Cercate l'immagine da caricare premendo su Sfoglia, poi cliccate su Caricare per l'upload, quindi scegliete l'effetto desiderato. In ogni momento potete annullare l'ultima azione premendo la voce Undo in alto a destra ovvero tornare all'immagine nativa premendo su image. Per scaricare l'immagine premete in alto su Salva Immagine.
ImageOid è gratuito e non necessita di registrazione.

martedì 30 luglio 2013

Come pulire la lente del lettore CD/DVD

A volte può succedere di accorgersi che il lettore CD/DVD del nostro computer portatile non riesca a leggere il contenuti dei dischi, oppure che non li riconosca affatto. A me è capitato alcuni giorni fa, dovevo reinstallare una versione di Office 2007. Con mia sorpresa notai che il disco appariva vuoto e addirittura sul desktop appariva la finestra di invito a procedere a una nuova masterizzazione. Provai col altri dischi, alcuni si avviano altri no. Per togliermi il dubbio che il problema non fosse nei dischi feci la controprova su un altro pc, ma qui tutto funzionava alla perfezione. Se anche voi vi siete trovati nelle mie stesse condizioni, non fatevi prendere dal panico e soprattutto non precipitatevi dal tecnico. Potreste anche sentirvi dire che il lettore è rovinato e quindi dovete comperarne uno nuovo. Può darsi che risolviate il problema con un'operazione  facile facile che probabilmente non avete mai fatto. Quello che vi serve è un bastoncino cotton fioc, alcool denaturato e non più di un minuto di tempo.
 

Dovete semplicemente dare una pulitina al lettore con una procedura molto semplice, la polvere infatti riesce a introfularsi anche all'interno dell'unità ottica. In modo particolare dovete pulire la lente del laser, è molto piccola, è quella indicata in figura dal cerchietto giallo. E' esattamente quello che ho fatto.  Preso il cotton fioc imbevuto appena appena di alcool denaturato, ho pulito delicatamente la lente passandovi sopra due - tre volte. Bisogna avere la mano molto leggera,  perchè il supporto della lente è mobile. Adesso il lettore è ritornato a funzionare come prima.

venerdì 26 luglio 2013

Controllare il computer da remoto tramite smartphone

Del controllo remoto tra pc ho parlato esaurientemente in questo post e in questo. Nell'era dei telefonini intelligenti non poteva mancare un'App che consentisse di ottenere altrettanto attraverso uno smartphone. Splashtop 2 - Remote Desktop è un'applicazione gratuita per cellulari Android che permette di controllare il nostro pc direttamente dal display dello smartphone da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento!


La figura di destra che appare dopo il lancio dell'app, dà indicazioni su come muoversi sul desktop del pc attraverso il display dello smartphone.
Sul computer va installato Splashtop_Streamer, un piccolo eseguibile che permette di comunicare con lo smartphone

Splashtop 2 - Remote Desktop è gratutito per dispositivi Android e si scarica da Google play, mentre per iOS costa 5,99 $. Splashtop_Streamer è gratuito, compatibile per le piattaforme PC, Mac o Linux (beta) e  si scarica dal sito ufficiale.

domenica 21 luglio 2013

Perchè il terremoto nelle Marche

La forte scossa di terremoto che ha ha colpito  alcuni comuni delle Marche la notte scorsa - magnitudo 4.9 - ha fatto seguito a uno sciame sismico che ha interessato la costa locale negli ultimi due mesi. L'ultima scossa di rilievo era stata registrata il 17 luglio scorso con magnitudo 3.2. La scossa principale delle 03:32 è stata seguita da una decina di scosse minori di assestamento. Alle 05:07  c'è stata una replica di magnitudo 4. (fonte: Ansa). La regione Marche è considerata dai sismologi moderatamente sismica, come si evince dalla cartina seguente redatta dall'INGV, che mostra la distribuzione dei forti terremoti che sono avvenuti in Italia dall’anno 1000 al 2006 e che sono stati dedotti dall’analisi dell’immensa documentazione storica del nostro paese.
Come si evince dalla cartina, nelle marche si sono verificati in passato terremoti con magnitudo compresa tra 6.0 e 6.5, anche se la costa sembra essere stata esente da fenomeni sismici di una certa importanza. L'apparente anomalia di questo terremoto sta nella localizzazione del suo ipocentro che i sismologi collocano  nell'Adriatico centro-settentrionale, a pochi chilometri dalla costa marchigiana, tra la Provincia di Ancona e di Macerata.
Tuttavia anche il sisma che ha colpito le Marche la notte scorse va inquadrato in una situazione geodinamica generale più complessa, che vede quasi tutta l'Italia a forte rischio di terremoti potenzialmente disastrosi.
L’Italia è uno dei Paesi del Mediterraneo a maggiore rischio sismico , per la sua particolare posizione geografica, situata nella zona di convergenza tra la zolla africana e quella euroasiatica. La sismicità più elevata si concentra nella parte centro-meridionale della Penisola, lungo la dorsale appenninica, in Calabria e Sicilia e in alcune aree settentrionali, come il Friuli, parte del Veneto e la Liguria occidentale. Solo la Sardegna non risente particolarmente di eventi sismici.

venerdì 19 luglio 2013

I migliori wallpapers del web

Se non i migliori, sono tra i più belli che ho trovato finora. Sono presenti a migliaia su GoodFon.com , sito dedicato ai wallpaper. Gli sfondi sono presentati in varie categorie, che vanno dai paesaggi a sfondi astratti, dalla natura allo sport, alle persone e molto altro.



La scelta è vastissima perchè ci sono migliaia di immagini per ciascuna categoria. Tutte le parole chiave per la ricerca le trovate nella parte alta dell'interfaccia e vi assicuro che non manca proprio niente. Le immagini,  in alta definizione,  vengono presentate in anteprima, per ingrandirle basta un clic. Tutte le immagini sono presenti in diverse risoluzioni, basta scegliere dal menù Select resolution presente sotto ognuna. 



Se non conoscete la risoluzione del vostro desktop, lo potete leggere accanto alla scritta Your resolution. E' possibile ottenere il codice HTML per inserire le foto in una pagina web o fare ricerche in base ai tag. . Per gli appassionati di sfondi per desktop GoodFon.com è senz'altro da mettere tra i preferiti.

Perchè il terremoto in Grecia

Il violento terremoto che ha colpito la Grecia la scorsa notte ( Magnitudo 6.7), arriva dopo una lunga sequenza di sismi che ha interessat...