martedì 29 dicembre 2015

Il 2015 in 50 immagini

Un altro anno va in archivio e, per salutare il 2015, un bilancio dei cambiamenti e dei fatti nel campo dell’innovazione, della scienze e della tecnologia, non può mancare. Il sito Wired ha ricordato quest’anno che va come quello che ha ribadito l’importanza di agire per stoppare il cambiamento climatico, per difendere il diritto alla privacy in rete e per ampliare la platea delle persone che meritano di avere diritti. 

E lo ha fatto in una slide show di 50 immagini che ricordano i fatti e i personaggi più significativi che hanno caratterizzato l'anno che sta per finire.

mercoledì 23 dicembre 2015

CryptoLocker sbarca su Android

L’immagine che vedete sotto è quella che può improvvisamente comparire sul vostro tablet o smartphone con SO Android. Naturalmente la Polizia Penitenziaria non c’entra, perché qui si tratta del famigerato Cryptolocker, il virus che si impossessa del vostro dispositivo e che vi chiede un riscatto se volete riavere i vostri file. 


L'immagine non può essere rimossa e l’accesso al sistema è completamente impedito. Il virus, che ha fatto tante vittime tra i possessori di computer con SO Windows, sembra aver alzato il tiro e  preso a bersaglio anche i dispositivi Android. Per liberarsi della minaccia su smartphone e tablet, al momento non esiste altra soluzione che il ripristino del dispositivo alle condizioni di fabbrica, pena naturalmente la perdita di tutti i dati. L'operazione di ripristino dura al massimo una decina di minuti; si tratta di una procedura che comporta l’utilizzo dei pulsanti di accensione e del volume e che può variare a seconda del modello di dispositivo. Come già dissi nell’articolo espressamente dedicato a Cryptolocker, l’unica difesa contro il virus è la prevenzione. Anche sui dispositivi Android è sempre più necessario installare un antivirus. E se non volete perdere i vostri dati, fate il backup  su dispositivi esterni o sui vari servizi on line. La prevenzione e sempre migliore della cura.

martedì 15 dicembre 2015

Come ottenere una gif animata da un video su Imgur

Video to Gif è un servizio on line che permette di ottenere una gif animata da un video. La procedura è semplicissima. Basta incollare nello spazio apposito l’indirizzo url del video, scegliere la durata della gif agendo sulla barra a sinistra  e premere sul pulsante verde Create gif

La gif ottenuta può essere scaricata, pubblicata su Imgur o condivisa. Video to Gif funziona in modo soddisfacente, naturalmente non si dovrebbe esagerare con la lunghezza dell'animazione, pena una conversione lenta e la creazione di una gif di dimensioni esagerate. Ho provato con un video di YouTube. 10 secondi di filmato generano una gif di 30 MB. In ogni caso potete sempre diminuire le dimensioni usando GIFResizer 1.10.

Video to Gif è un servizio gratuito e non necessita di registrazione.

mercoledì 9 dicembre 2015

Come insegnare le frazioni con il Lego

Alzi la mano chi, da piccolo, ma anche da adulto, non si è divertito nella costruzione di oggetti con i pezzi del Lego. Il Lego, oltre che divertire, sviluppa la fantasia, la creatività e il pensiero logico dei bambini. Alycia Zimmerman, insegnante di scuola elementare, utilizza i famosi pezzi del Lego per insegnare ai bambini le basi della matematica e semplici operazioni con le frazioni .

 
La maestra ha condiviso le sue sperimentazioni sul suo sito. Le pagine sono scritte in spagnolo, ma con l’aiuto del traduttore e delle immagini non faticherete a capire il metodo ingegnoso scoperto da Alycia Zimmerman.

mercoledì 2 dicembre 2015

Come inviare video più grandi di 16 MB con WhatsApp

Con gli smartphone di ultima generazione si possono realizzare video in alta definizione, ma se poi volessimo condividerli usando WhatsApp, ecco che il più delle volte non è possibile a causa della grandezza dei video. Tutti sanno infatti che con WhatsApp si possono inviare file di grandezza non superiore ai 16 MB. Per audio e immagini, in genere, il problema non sussiste. Come fare quindi se il video supera il limite imposto dei 16 MB? La soluzione si chiama Video Dieter 2, un’app gratuita per dispositivi Android. 
Video Dieter 2 comprime i video fino all 90%, mantenendone pressochè inalterata la qualità. Vediamo nel dettaglio come funziona Video Dieter 2
Dopo averla scaricato dallo store ufficiale, lanciamo l’app e selezioniamo il video che c’interessa. Nella prima finestra, tappando il tasto indicato dalla freccia rossa, potremo scegliere tra varie risoluzioni come indicato nella figura a destra. Effettuata la scelta l'app ci mostrerà in anteprima quale sarà la grandeza del video a compressione ultimata. 

A questo punto, dopo aver tappato sul cerchio giallo al centro, l’app comincerà a comprimere il video. L’operazione dura pochissimo, poi, a procedura ultimata, sotto l’anteprima, potremo leggere la grandezza finale del video. 

Non ci resta che procedere al salvataggio del video  sul nostro smartphone tappando sulla freccetta bianca rivolta verso il basso e ad inviarlo ai nostri amici tramite WhatsApp.
Ho effettuato la compressione di un video di 177 MB e sono riuscito a portarlo a soli 10,6 MB con risoluzione 640X360, più che sufficiente per essere guardato su un display da 5 pollici.

mercoledì 25 novembre 2015

Come disattivare Accesso rapido in Windows 10

Chi ha installato Windows 10 sul proprio computer, dopo aver effettuato l'accesso al sistema tramite la cartellina Esplora file, si sarà accorto dell'esistenza della voce Accesso rapido. E' un collegamento introdotto con la nuova release di Windows che memorizza i file e le cartelle più utilizzate dall'utente. Questa opzione ha il compito di facilitare la ricerca dei file preferiti, ma ha lo svantaggio di non garantire la privacy, qualora il computer sia condiviso con altre persone. Infatti, in Accesso rapido sono memorizzate le azioni e i movimenti effettuati e in questo modo una persona che condivide lo stesso computer può spiare i movimenti e sapere quali sono i file e le cartelle più usate. 
In questo post vengono suggerite le procedure per cancellare il contenuto di Accesso rapido e per disattivare l'opzione, salvaguardando in questo modo la propria privacy.

Cliccate sulla cartella Esplora File che trovate nella barra inferiore, oppure digitate Esplora File nella finestrella di ricerca. Sulla barra di sinistra della nuova finestra, andate sulla voce Accesso rapido. Cliccateci sopra col tasto destro e dal menù contestuale scegliete Opzioni. 
  1. Dalla scheda Generale, nella sezione Privacy (in basso), togliete il segno di spunta da entrambe le caselline come in figura (per default l'opzione è attivata)
  2. Poi cliccate su Cancella per eliminare la cronologia Esplora file. 
  3. Un clic su Applica e un altro su Ok
Finito! 
D'ora in poi la vostra privacy sarà salvaguardata.

venerdì 20 novembre 2015

Look Up: un video contro la "schiavitù" dei social network

Look Up è un video straordinario, che mette sotto accusa l'uso intensivo dei social media e degli smartphone che ci tengono connessi con tutti in qualsiasi istante e rischia di farci diventare più asociali e più "idioti". L'autore ci invita a spegnere lo smartphone e guardarci in giro, esplorare i dintorni, approfittare di una bella giornata per farci una passeggiata. Il creatore del video è Gary Turk, un filmmaker inglese, ed è narrato in lingua italiana da Emanuel Mian.

Comunque la pensiate su Facebook e dintorni, vi invito a perdere cinque minuti per guardarlo e farne uno spunto di riflessione.

sabato 14 novembre 2015

La Rete sottomarina

Ogni volta che si visita una pagina web o si invia un'e-mail , i dati vengono inviati e ricevuti attraverso un sistema di cavi intricato che si estende in tutto il mondo .


Il video  mostra la storia e la disposizione dell'infrastruttura sottomarina che e' alla base di Internet.

sabato 7 novembre 2015

La montagna

Girato in una settimana nei pressi di El Teide, la montagna più alta della Spagna. El Teide è conosciuta come uno dei migliori posti al mondo per filmare e fotografare il firmamento. Il filmato va visto a tutto schermo, per un’esperienza unica e mozzafiato!


L'obiettivo era quello di catturare la bellissima Via Lattea insieme a uno dei monti più belli che conosco El Teide. Devo dire che questo è stato uno dei viaggi più faticosi che ho fatto ...

venerdì 6 novembre 2015

Scrivere sulle pagine Web con Microsoft Edge

Microsoft Edge, il browser di Windows 10, consente di prendere appunti, scrivere testo, scarabocchiare o evidenziare direttamente nelle pagine Web. Per attivare l'opzione basta cliccare sull'icona caratteristica in alto a destra. 


In questo modo si renderanno visibili a sinistra gli strumenti. C'è la matita colorata, l'evidenziatore, il riquadro per scrivere una nota, la gomma e lo strumento di ritaglio. 

La pagina web così editata può quindi essere salvata e condivisa tramite posta elettronica. Il servizio può tornare utile in diverse occasioni, ma richiede troppe autorizzazioni.

venerdì 30 ottobre 2015

Come disabilitare programmi all'avvio di Windows 10

Alle volte, per velocizzare l'avvio di Windows 10, può tornare utile disabilitare alcune applicazioni che si autoeseguono automaticamente all'avvio del sistema. Il comando msconfig è presente anche nell'ultima release di casa Microsoft, ma la procedura da adottare, rispetto a Windows XP e a Windows 7, è leggermente diversa. Digitiamo msconfig.exe nel box di ricerca e clicchiamo sulla voce omonima che comparirà in cima alla lista. Si aprirà la finestra Configurazione di sistema. A questo punto clicchiamo sulla sezione Avvio e poi, appena più sotto su Apri Gestione attività. In questa finestra vedremo la lista delle applicazioni che si eseguono automaticamente all'avvio. 

Selezioniamo con un clic quelle da eliminare e poi clicchiamo su Disabilita. Il pc andrà riavviato per rendere effettive le modifiche.

venerdì 23 ottobre 2015

Antartide, l’evoluzione dei ghiacci vista dallo Spazio

La Nasa ha da poco diffuso un video che inquadra la superficie ghiacciata che ricopre e circonda l'Antartide. le sequenze sono state girate da luglio a ottobre 2015, ovvero dalla minima alla massima estensione del ghiaccio. Il video mostra chiaramente i cambiamenti avvenuti.


Il picco di maggiore estensione si è verificato lo scorso 6 ottobre; a quella data la superficie ghiacciata era di 19 milioni di chilometri quadrati. superficie superiore a quella della Russia, (17 milioni di chilometri quadrati).

Fonte: Wired

sabato 17 ottobre 2015

Migliaia di foto delle missioni lunari su Flikr

Da poco tempo sono state pubblicate su Flikr migliaia di spettacolari foto delle missioni lunari Apollo
L'enorme archivio comprende circa 8400 foto ( destinate ad aumentare) e costituiscono scatti effettuati negli anni Settanta e Sessanta del secolo scorso. Le foto non sono inedite, infatti erano sparpagliate da anni su numerosi siti; la novità è che ora sono disponibili in un modo molto più accessibile e spettacolare. 

C'è veramente da perdersi nello sfogliare immagini che restituiscono una visione a volte intima del viaggio nello spazio, come i selfie fatti a bordo dagli astronauti mentre si fanno la barba o guardano fuori dai finestrini verso l'Universo. Tutto questo grazie a un privato cittadino, Kipp Teague, collaboratore della NASA, che ha messo le foto online tutte in un unico luogo, con risoluzione altissima e in forma grezza, non elaborata, mostrando le scansioni originali delle pellicole usate nello spazio.

Fonte: Il Disinformatico

venerdì 9 ottobre 2015

Guida all'acquisto di uno smartphone Android usando WhichPhone

Se avete intenzione di acquistare un nuovo Smartphone Android , è probabile che siate indecisi sul tipo e sulle caratteristiche del device. La scelta può essere problematica se si considera anche l'uso prevalente che farete del vostro strumento. C'è chi con lo smartphone ascolta molta musica, chi si serve soprattutto per navigare, chi lo vorrebbe fornito di una fotocamera performante. Niente paura. Sul servizio WhichPhone troverete un valido aiuto per trovare lo smartphone adatto per voi. 


Non dovete fare altro che indicare le caratteristiche per le quali vorrete utilizzarlo. In tre step selezionate l'icona corrispondente alle vostre esigenze, alla fine troverete il modello cercato. Il servizio è gratuito e in inglese, ma estremamente intuitivo e per questo non incontrerete difficoltà nell'utilizzarlo.

giovedì 1 ottobre 2015

Come creare fumetti con WriteComics

Writecomics è un interessante tool online, completamente web based, che consente di realizzare strisce di fumetti con estrema facilità. Il suo utilizzo è semplicissimo. Appena entrati nel sito troverete sulla sinistra tutto l'occorrente per scatenare la vostra fantasia. Per prima cosa scegliete il personaggio che più vi piace, tra quelli messi a disposizione (ci sono quattro categorie) e trascinatelo nella finestra vuota in alto. Poi scegliete uno sfondo e infine  il fumetto scelto dalla finestra Add Dialog. Scrivete il testo nel form e poi cliccate sul pulsante Submit word per farlo apparire nella striscia. Se le nuvolette sono due o tre vedrete comparire altrettanti form per scrivere il testo. A piacere potete aggiungere strisce attivando il pulsante Add another scene. Quando pensate di aver terminato il vostro fumetto, cliccate su Finished. Si aprirà una pagina col link del vostro capolavoro. 
Il video sotto presenta un tutorial con le spiegazioni per l'utilizzo del servizio. 


Writecomics è gratuito e non necessita di alcuna registrazione. Può risultare molto efficace a scuola e a casa per scopi didattici.

sabato 26 settembre 2015

Creare immagini astratte on line

Bomomo è un interessante e curioso tool di grafica, completamente web based, che consente di creare rapidamente online straordinarie immagini astratte. Si presenta come una tavolozza vuota su cui si possono creare segni grafici di venti tipi diversi. Basta cliccare su uno dei venti bottoni disponibili e... scatenare la fantasia. I colori disponibili consentono di immergersi in un vero tripudio di arte astratta. 


Dopo aver creato l'immagine desiderata, si può salvarla sul proprio computer, condividerla su Facebook o pubblicarla sul proprio blog copiando l'apposito codice embed.

Via|somethingelse

giovedì 17 settembre 2015

I ransomware sbarcano su Android

Il ransomware sbarca su Android. Il fenomeno crescente dei malware che chiedono un riscatto per sbloccare il computer è arrivato anche sui terminali con il sistema operativo del robottino verde e ha anche un nome: LockerPIN, e all'insaputa dell'utente imposta e modifica il PIN del telefono, bloccando lo schermo e chiedendo un riscatto di 500 dollari per tornare alla normalità. Lo rende noto Eset, società specializzata nella sicurezza informatica. LockerPIN si diffonde attraverso app store di terze parti non certificate, forum warez e server di torrent

Dopo aver completato la propria installazione, il trojan tenta di ottenere i permessi di amministratore del dispositivo infettato, sovrapponendo al messaggio di sistema una propria finestra e presentandosi come installazione di una patch di aggiornamento. Purtroppo non esiste un modo semplice per modificare il PIN dei dispositivi corrotti se non ripristinando le impostazioni iniziali di fabbrica, con la conseguente perdita di tutti i dati. E per aggiungere al danno anche la beffa, avverte Eset, se l'utente decide di pagare il riscatto, il cybercriminale potrebbe impostare un PIN a caso, tenendo di fatto il dispositivo in blocco. In base alle statistiche di Eset LiveGrid, la maggior parte dei dispositivi Android infettati si trova attualmente negli Stati Uniti con una percentuale sul totale di oltre il 75%. Questo evidenzia un trend che sta portando gli autori di malware per Android a spostare il loro bersaglio dagli utenti russi e ucraini a quelli americani, che presumibilmente possono garantire maggiori profitti. Questo fa pensare che presto anche gli utenti europei finiranno presto nel mirino dei cybercriminali. Per impedire l'infezione, gli esperti di Eset raccomandano di adottare una soluzione di sicurezza progettata specificamente per gli smartphone e i tablet Android, di effettuare backup periodici e di scaricare le applicazioni solo da app store certificati come Google Play o l'App Store di Amazon.

venerdì 11 settembre 2015

Tutti i quotidiani on line in un'unica pagina

Ormai tutti i quotidiani hanno una versione on line che può essere consultata gratuitamente ogni giorno. C'è chi ha pensato a raggruppare tutte le testate e i relativi link in un un'unica pagina, facendo così risparmiare un sacco di tempo per la consultazione. Il servizio si chiama Quotidiani Online e offre un rapido accesso a un numero grandissimo di quotidiani on line. I quotidiani sono visualizzati tutti insieme in piccole comode anteprime pronte da cliccare, e sono suddivisi in ordine alfabetico e per regione. 

Presente anche un utile servizio meteo con geolocalizzazione dell’area da cui ci si sta collegando. Per chi lo desidera, Quotidiani  online esiste anche come componente aggiuntivo di Chrome, scaricabile da questa pagina

venerdì 4 settembre 2015

Come rendere più gradevole e moderna l'interfaccia di Wikipedia

Wikipedia è la più grande enciclopedia on line ed è uno dei siti più visitati al mondo. Tuttavia la sua interfaccia è piuttosto spartana e datata, infatti  non ha mai subito alcun restyling. Ma grazie a un componente aggiuntivo da aggiugere al vostro browser, potrete rendere l'interfaccia più moderna e accattivante e migliorarne la navìgazione. Il componente si chiama Wikiwand e si installa da questo sito. 


Accedete dunque al sito e cliccate sul tasto download corrispondente al vostro browser (non supportato Internet Explorer). sarete subito indirizzati alla pagina del componente. Dopo averlo installato, aprite una qualsiasi pagina di Wikipedia,vedrete il layout  assumere un aspetto più gradevole e moderno. 


Cliccando sull'icona con l'ingranaggio, in alto a destra, potrete modificare colori e font per migliorare la leggibilità. A sinistra c'è un elenco di opzioni che implementa altre utili possibilità per migliorare la gestione della pagina visitata.

venerdì 28 agosto 2015

Come creare e gestire il blog con dispositivi Android su piattaforma Blogger

Per chì ha un blog su piattaforma Blogger e usa solo il computer per la sua gestione, potrebbe tornare utile Blogger, un'applicazione che consente di creare, modificare, redigere articoli in mobilità e senza computer, dovunque uno possa trovarsi. Con Blogger per Android è possibile:
  1. redigere un post da salvare nelle bozze o da pubblicare immediatamente;
  2. modificare i post esistenti;
  3. visualizzare l'elenco dei post salvati e pubblicati;
  4. passare da un account/blog all'altro, se ne possiedi più d'uno;
  5. incorporare un'immagine presa dalla galleria o scattata direttamente dall'applicazione; 
  6. aggiungere etichette ai post;
  7. aggiungere informazioni sulla posizione.
Blogger è un'applicazione gratuita per dispositivi Android e si scarica dallo store ufficiale.

domenica 23 agosto 2015

Archivio Luce

L'archivio dell'Istituto Luce conserva un enorme patrimonio filmico e fotografico, dai cinegiornali ai documentari, ma anche una enorme mole di girato non montato, attualmente in fase di catalogazione. L'Archivio Luce nacque nel lontano 1924 e da allora si è arricchito di collezioni private e fondi audiovisivi acquisiti nel tempo da fonti diverse. Il patrimonio è attualmente composto da 12.000 cinegiornali, 4.700 documentari e da altre tipologie di film che vanno dalla cinematografia delle origini fino alla documentazione degli eventi e della vita sociale degli ultimi decenni. Sono inoltre conservati in Archivio un milione di metri di "girato non montato" che compongono il "repertorio" Incom e Luce, oggi in corso di catalogazione e informatizzazione.
A questo vanno aggiunti circa 3 milioni di fotografie di produzione Luce o di provenienza esterna, oggi in fase di ordinamento e digitalizzazione. Le diverse testate dei cinegiornali coprono un arco temporale che va dal 1928 al 1990 e sono costituite dai "Giornali Luce", prodotti dallo stesso Istituto nel ventennio fascista, e dai vari notiziari del periodo repubblicano acquisiti successivamente. L'Archivio Luce ha ottenuto il riconoscimento di Archivio di "notevole interesse storico" da parte della Soprintendenza Archivistica per il Lazio, ai sensi della legge 241/1990.
Vai all'Archivio Luce

domenica 16 agosto 2015

Le foto false più condivise del web

Alle volte, durante le navigazioni in Internet, è possibile imbattersi in immagini davvero straordinarie ed eccezionali, al punto da condividerle e farle ulteriormente condividere fino a farle diventare "virali". Tuttavia poche volte ci chiediamo se quelle foto sono vere o manipolate con strumenti di fotoritocco. 

Se andate su questo sito, sicuramente troverete qualche immagine che avete già visto e condiviso per la sua straordinarietà. 

Nulla di più falso. Il sito infatti raccoglie le foto false che sono state più condivise sui social network. Per ogni immagine sono spiegate le ragioni per le quali tutte costituiscono dei clamorosi fake.
Vai al sito.

sabato 8 agosto 2015

Come recuperare immagini cancellate dai dispositivi Android

Può capitare di cancellare per errore un'immagine dal nostro smartphone Android. Come noto, smartphone e tablet non hanno il cestino come Windows e quindi tutto quanto si cancella dalla memoria del dispositivo andrà irrimediabilmente perso e non potrà  in alcun modo essere recuperato. Image Dump & Video Restore è un'applicazione gratuita per Android che funziona come il cestino di Windows. Infatti le immagini e i file eliminati non vengono cancellati dalla memoria del dispositivo, ma vengono "parcheggiate" nell'archivio di Image Dump & Video Restore. Per recuperare un'immagine o altro cancellato per errore, basterà aprire Image Dump & Video Restore, selezionare il file cancellato e tappare sulla voce Restore
In questo modo l'immagine cancellata verrà ripristinata nella sue posizione originale. Dal menù Settings possiamo inoltre decidere quali tipi di file salvare. Si possono recuperare anche immagini cancellate dalla micro sd. 
Image Dump & Video Restore è gratuita e si scarica da Google Play.

sabato 1 agosto 2015

Blue Moon

Col termine Blue Moon si indica la seconda Luna Piena che si verifica nel corso di uno stesso mese. Poiché si tratta di un evento abbastanza raro (si verifica in media ogni 2 anni e mezzo), si utilizza l’espressione once in a blue moon per indicare un evento che non avviene spesso.


L’ultima Luna Blu è stata ad agosto 2012, la prossima sarà a gennaio 2018. Quello di ieri sera 31 luglio è stato il secondo plenilunio di Luglio.

Maggiori informazioni.

mercoledì 29 luglio 2015

Tutte le novità di Windows10 in un video

Pulsante Start, Cortana, Edge, Continuum e tutto quanto vorreste sapere sul nuovo sistema operativo di casa Microsoft.

giovedì 23 luglio 2015

Come ottenere uno screenshot di una pagina web intera

Alle volte può capitare di trovarci nella situazione di dover catturare uno screenshot di una pagina web intera, ma presto ci si rende conto che lo strumento di turno è in grado di farlo soltanto entro la risoluzione del monitor in uso. Cosa fare? potremmo fare una composizione di vari screenshot presi in diversi punti della pagina e farli combaciare con un software per l’editing di immagini, ma per evitare lo spreco di tempo inutile c'è una soluzione più adatta a questo scopo. Ci sono diversi modi per fare uno screenshot di una pagina web intera, in questo post vi presenterò una valida alternativa ai metodi che già mettevate in uso. Si tratta di un'estensione di Google Chrome, Full Page Screen Capture, che potete installare dal sito ufficiale
Dirigetevi quindi sul sito indicato, cliccate su pulsante Aggiungi che vedete in alto a destra, confermate la scelta nella finestra successiva e il componente aggiuntivo sarà immediatamente installato. 



A questo punto vedrete comparire un'icona a forma di fotocamera accanto agli altri componenti installati. Per la cattura di una pagina web non dovete far altro che aprirla, cliccare sull'icona di Full Page Screen Capture e aspettare qualche secondo. La pagina intera sarà visibile in una nuova pagina che si aprirà automaticamente. Per scaricarla, clic col destro del mouse e poi un altro su Salva Immagina con nome.

Fonte: IlariaLab

giovedì 16 luglio 2015

Il Monte Bianco nella foto panoramica più grande del mondo

Il progetto è di Filippo Blenigni e l'immagine è da record. La megafoto da 365 Gigapixels infatti nasce dalla fusione di 70.000 scatti, se stampata a 300dpi sarebbe grande quasi come un campo di calcio. Sono state molte le sfide affrontate per portare a termine l'impresa.

Avverse condizioni meteo, altitudine del punto di scatto (3500m s.l.m.) e la conseguente temperatura (-10° C), il tutto unito alle difficoltà tecniche per raggiungere il punto prescelto con zaino e ramponi. In tutto 35 ore di scatti distribuite in 15 giorni, perchè le condizioni ottimali per scattare le foto erano poche a causa delle condizioni meteo.

venerdì 10 luglio 2015

PC e smartphone in perfetta sintonia

Se sul computer usiamo Chrome e se sul nostro smartphone è installato il sistema operativo Android, possiamo fare in modo che, al di là di posta e contatti, computer e smartphone collaborino fianco a fianco. Per esempio può capitare, navigando col pc, di imbattersi in un link interessante, ( una pagina web, un video o un'immagine ) e di volerlo inviare direttamente al telefono. Tutto questo è possibile, installando sul pc Chrome to Phone Extension, un componente aggiuntivo di Chrome e l'omonima app sul telefono. Il tutto in forma gratuita. Per installare L'estensione di Chrome andate a questo indirizzo; nel motore di ricerca digitate Chrome to Phone Extension.
Tra le estensioni che vi compariranno cliccate su quella cercata. 


Un clic sul pulsante Aggiungi che vedete sulla destra, quindi confermate sulla finestrella che vi comparirà. Chrome to Phone Extension verrà installata sul browser e voi vedrete comparire una nuova icona nella barra superiore con l'avviso che l'estensione è stata correttamente installata.


Per installare l'app sul telefono dovete andare su questa pagina e cliccare (o tappare) su Installa. L'app verrà installata sul telefono. A questo siete pronti per usare l'estensione. Lanciate Chrome, aprite la pagina di cui volete inviare il link al telefono e cliccate sull'icona del telefonino in alto. L'invio è immediato e comparirà la scritta Link inviato. Sullo smartphone si aprirà il browser oppure la richiesta di scegliere se ne avete due.


Il link verrà aperto anche sul telefono. Nel caso di un'immagine è possibile salvarla sul cellulare.

sabato 4 luglio 2015

Le più belle foto di Google Earth di sempre

Da Roma a Dubai, passando per la Turchia, ma anche le cascate del Niagara e le isole Hawaii, il Gran Canyon del Colorado e la reggia di Versailles


Sono 64 tra le più belle foto di Google Earth, raccolte in una fotogallery, che valgono qualche minuto della nostra attenzione. 


Tutto questo lo potete ammirare sul sito IlPost.

lunedì 29 giugno 2015

Dove sono le mie password ?

Penso che molti di noi risultano iscritti a qualche servizio on line o ai social network. Quasi sempre l'accesso avviene senza richiesta delle credenziali, perchè il nostro account è memorizzato nel browser. Tuttavia, alle volte può succedere che ci venga richiesta la password e che noi non ce la ricordiamo più. Niente paura, non sono necessari software particolari, se usate Google Chrome o Firefox, nel seguito ho descritto la procedura che serve per recuperare lo user name e la password dimenticati. 

Chrome 
Accedete al menù cliccando sulle tre righe orizzontali in alto a destra, poi fate un clic su Impostazioni. Scorrete l'omonima finestra fino in fondo, poi cliccate su Mostra impostazioni avanzate... Nella sezione Password e moduli cliccate su Gestisci password
Si aprirà la finestra dove sono elencati tutti i siti per i quali avete salvato una password. Adesso selezionate il o i link che vi interessano e poi cliccate su Mostra

Se avete una password di accesso all'avvio di Windows, è necessario inserirla nella finestra che vedrete apparire;
 
A questo punto vedrete le password in chiaro. 

Come potete notare la procedura è molto semplice.


Firefox 
Accedete alle Impostazioni dal menù principale, poi cliccate su Sicurezza per accedere alla pagina omonima. A questo punto cliccate su Password salvate e poi su Mostra password... 


Tutte le password salvate appariranno in chiaro.

domenica 21 giugno 2015

Apple Watch

Le meraviglie dell'Apple Watch in un video.  


Il nuovo dispositivo sarà in commercio dal 26 giugno 2015.

sabato 13 giugno 2015

venerdì 5 giugno 2015

Un'infinità di emoticon

Se siete alla ricerca di faccine, emoticon e unicode, dovete per forza visitare  emot.es. Il sito contiene un'infinità di emoticon da poter usare liberamente per i vostri sms, oppure se usate Skipe, Facebook o Twich

Ce ne sono a decine, basta un copia e incolla e il gioco è fatto. L'uso del servizio è gratuito, per i patiti del genere emot.es non deve mancare tra i preferiti.

domenica 31 maggio 2015

SmallPDF risolve tutti problemi dei file PDF

SmallPDF rappresenta la soluzione completa e definitiva a tutti i vostri problemi. Il sito consente infatti di: 
  1. comprimere un file PDF; 
  2. convertire documenti PDF in Word Excell, PPt e viceversa; 
  3. convertire PDF in JPEG e viceversa; 
  4. dividere o unire file PDF;
  5. sbloccare file PDF;
  6. estrarre le immagini dai file PDF.

Usare SmallPDF è semplicissimo, basta infatti scegliere con un clic l'opzione desiderata e trascinare il file nel riquadro Trascina il PDF qui. Aspettate il caricamento e la conversione, poi premete il pulsante Scarica il File. Il servizio lavora in modo eccellente e rapido e, caratteristica non trascurabile, è' gratuito e non richiede alcuna registrazione.
SmallPDF è un sito da mettere assolutamente nei preferiti. 

domenica 24 maggio 2015

Come spegnere il computer senza installare gli aggiornamenti

A seconda di come è stata configurata la funzionalità Windows Update in Windows 7, il sistema può proporre l'installazione degli aggiornamenti allo spegnimento del computer, non appena si sta per cliccare sul pulsante Arresta il sistema. Talvolta, tuttavia, o perchè abbiamo fretta o per altri motivi, non siamo interessati a installare sul momento gli aggiornamenti e siamo propensi a rimandare l'operazione. In questo caso si può procedere nel seguente modo. Premete Ctrl + Alt + Canc per accedere al Task Manager, poi andate sul pulsante relativo alle opzioni di arresto del sistema (tasto in fondo a destra). 

Dal menù a discesa scegliete la voce Arresta sistema, in questo modo il computer verrà spento senza installare gli aggiornamenti

lunedì 18 maggio 2015

Come scoprire le canzoni senza Shazam

Tutti i possessori di uno smartphone conoscono l'app Shazam, che consente di riconoscere il titolo della canzone e il suo autore solamente avvicinando il microfono alla fonte sonora. Tuttavia, con le ultime versioni di Android, Shazam non è più necessario in quanto, con la ricerca vocale implementata negli smartphone di ultima generazione, si possono fare le stesse ricerche e ottenere gli stessi risultati di Shazam. 

Infatti basta lanciare l'applicazione Ricerca vocale, avvicinarla alla fonte di provenienza della canzone e tappare la piccola icona a forma di nota musicale. In pochi secondi ci verranno restituiti il titolo della canzone e il suo autore, senza bisogno di altre applicazioni.

martedì 12 maggio 2015

Come riprodurre un video di Youtube in loop automatico

Youtube dispone di molte funzionalità per la visione dei filmati, ma non offre la possibilità di riprodurli in loop automaticamente. Questo approccio potrebbe tornare utile in diverse situazioni, per esempio, quando durante un evento vogliamo lasciare un video come sottofondo. Niente paura, perchè ci viene in soccorso TubeReplay, un servizio gratuito che sfrutta i contenuti di Youtube con un'interfaccia personalizzata in grado di eseguire in replay i video scelto. 


L'uso del sito è molto semplice, infatti basta incollare l'indirizzo Url nello spazio apposito e premere successivamente su Replay. Il video verrà riprodotto in loop quante volte lo desiderate.
TubeReplay

venerdì 8 maggio 2015

Poster su misura

TypesLab è' un servizio dove si possono creare immagini di sicuro impatto visivo usando scritte a piacere. L'uso è molto semplice. Basta scrivere il testo nel riquadro a sinistra. L'anteprima verrà riprodotta contemporaneamente a destra. Si possono impostare i font desiderati tra quelli a disposizione, lo sfondo dell'immagine, la grandezza dei caratteri. 


Alla fine basta premere sul pulsante Carica su Imgur per ottenere il link da cui scaricare l'immagine. TypesLab è gratuito e non richiede alcun tipo di registrazione.

Via | Punto informatico

venerdì 1 maggio 2015

Noi e lo Smartphone

Un video sul rischio che corriamo di diventare sempre più dipendenti dal nostro Smartphone.


Le previsione non sono ottimistiche.

domenica 26 aprile 2015

Perchè il terremoto in Nepal

Il terremoto che ieri ha colpito il Nepal provocando la morte di migliaia di persone va inquadrato nei vasti movimenti geodinamici che interessano gran parte del continente asiatico. La causa del sommovimento va ricercata nello scontro della zolla indiana contro quella euroasiatica. 

Dopo la scissione del Gondwana avvenuto a seguito della deriva dei continenti, la zolla indiana, circa 100 milioni di anni fa cominciò il suo spostamento verso nord. Lo scontro con la zolla euroasiatica cominciò circa 40 milioni di anni fa, i fondali marini situati tra le due placche furono sollevati formando la catena dell'Himalaya
Più in generale La spinta delle zolle accumula quantità notevoli di energia elastica lungo i margini delle zolle stesse.  La crosta terrestre è rigida e non può assorbire plasticamente gli sforzi localizzati lungo i margini delle zolle. O meglio, esiste una componente elastica che permette alle rocce di deformarsi e piegarsi, ma fino a un certo punto. Superato il limite di rottura, esse si spezzano, allo stesso modo con cui si spezza un ramo se tentiamo di piegarlo oltre un certo limite. La rottura avviene di solito lungo fratture preesistenti, chiamate faglie, e provoca il rilascio dell’energia elastica accumulata anche per molti secoli. Si genera in questo modo il terremoto, col suo susseguirsi di onde sismiche, che si irradiano in tutte le direzioni, raggiungendo anche la superficie terrestre. Il punto sotterraneo da cui si originano le onde sismiche si chiama ipocentro, mentre l’epicentro è il punto sulla superficie situato sulla verticale dell’ipocentro. Tutta la zona che va dall'Iran alla Cina è situata lungo il margine tra la zolla Indiana e quella Asiatica ed è proprio qui che si accumulano le tensioni dovute alla spinta della zona indiana. Il continente asiatico è stato sottoposto negli ultimi decenni a frequenti sismi disastrosi che hanno colpito anche più volte la Cina, l'Afganistan e l'India, causando la morte di decine di migliaia di persona. Il terremoto del Nepal ha avuto una magnitudo di 7,9 gradi sulla scala Richter, cinquanta volte più potente di quello che ha colpito il Friuli nel 1976.

venerdì 24 aprile 2015

Che colore è quello?

Succede spesso di capitare in qualche sito e di incuriosirsi o rimanere ammirati per i colori usati per la costruzione delle pagine che lo compongono. Particolarmente interessati saranno i web master ma anche chi ha qualche progetto in cantiere e vuole conoscere i colori utilizzati. WebColourData è un servizio gratuito on line nel quale basta inserire nella barra di ricerca l'indirizzo del sito che vi interessa per conoscere i codici esadecimali di tutti i colori utilizzati per la realizzazione del sito stesso.

Il servizio offre altresì un grafico con la distribuzione dei colori della pagina che state visitando e informazioni sui colori utilizzati in portali simili a quello cercato.

Perchè il terremoto in Grecia

Il violento terremoto che ha colpito la Grecia la scorsa notte ( Magnitudo 6.7), arriva dopo una lunga sequenza di sismi che ha interessat...