lunedì 11 novembre 2013

Il DEEP WEB, la faccia nascosta di Internet

Quando facciamo una ricerca su Internet, i motori ci mostrano solo una piccola parte dei risultati ( qualcuno dice solo il 4% ), il resto 96% è volutamente occultato.  E'  Il Deep Web, o Web nascosto, costituito da quella parte di Internet inaccessibile ai normali browser e che comprende siti dove vengono svolte numerose attività, lecite ed illecite. Il Deep Web è nato con l'esigenza di tutelare la privacy dei navigatori ed è gestita da una rete di volontari che permettono l'anonimato ai loro utenti e alle attività svolte.

 
I siti del Deep Web fanno parte della rete TOR e hanno nomi complicati. Va subito detto che non è vietato accedere alla rete TOR, purtroppo però c'è chi approfitta dell'anonimato per svolgervi attività illegali e delittuose, come la vendita di droghe, armi e molto peggio ancora.
Pertanto le indicazioni ed i link che verranno pubblicati in questo post hanno solo carattere informativo e il sottoscritto declina ogni responsabilità per eventuali attività illecite che potrebbero essere commesse.
Per entrare bel Deep Web bisogna fornirsi di un browser adatto: TorBrowser, una versione modificata di Firefox e configurata per collegarsi alla rete TOR. Di Tor Browser e del suo uso ho parlato recentemente in questo post.

Non aspettatevi che Tor Browser sia veloce come la luce, al contrario lo troverete assai lento, questo per i vari "controlli" che deve effettuare per garantirvi la sicurezza all'interno della rete TOR.  Per muoversi dentro il Deep Web si possono utilizzare dei motori di ricerca come Hidden Wiki oppure  Torch (noterete che i link deep terminano con .onion, e non funzionano nei browser normali ).

Tor Browser è scaricabile gratuitamente ed è un software multipiattaforma. Di seguito i link per il download:
Windows: ITA_32bit
Linux: ITA_32bitITA 64bit
MAC OSx: ITA_32bitITA_64bit


Adesso non vi resta che provarlo, facendo molta attenzione.

Via | Cittadino imperfetto

Nessun commento:

Posta un commento

WhatsApp verso pagamenti, spunta in rete funzione Payments

WhatsApp sempre più vicina ai pagamenti elettronici. In una nuova versione beta (quindi in fase sperimentale) dell'applicazione per A...