lunedì 1 aprile 2013

Il pesce d'aprile di Google

Chi oggi ha aperto la pagina di Google si sarà accorto che sotto la barra della ricerca c'è un invito a provare Google OlezzoBETA, un nuovissimo ritrovato tecnologico che, secondo Google, sfrutterebbe le nuove tecnologie per offrire l'esperienza olfattiva più intensa che sia oggi disponibile: I veicoli di Street Sense hanno inalato e indicizzato milioni di chilometri quadrati di atmosfera. La funzione di rilevamento dell'odore ambientale di Android raccoglie gli odori attraverso il sistema operativo mobile più sensibile al mondo. Compatibile con l'alta risoluzione di SMELLCD™ 1.8 e versioni successive per odori precisi e controllati.

 

Google OlezzoBETA conterrebbe un enorme database ricavato da Street Sense che consentirebbe di rilevare milioni di odori e fragranze attraverso i nostri dispositivi tecnologici semplicemente avvicinando il naso allo schermo.

 
L'utente viene invitato a usare la funzione SafeSearch qualora la ricerca risultasse maleodorante.
Su YouTube i bontemponi di Google hanno pure creato un simpatico video che descrive dettagliatamente i poteri straordinari di Google OlezzoBETA .
 
 
 
 
 Naturalmente si tratta di un pesce d'aprile, ben congegnato. Io però ho annusato il pc. E voi?


Nessun commento:

Posta un commento

WhatsApp verso pagamenti, spunta in rete funzione Payments

WhatsApp sempre più vicina ai pagamenti elettronici. In una nuova versione beta (quindi in fase sperimentale) dell'applicazione per A...