venerdì 1 agosto 2008

Scaricare video? Non serve, sono tutti nella cache!

I metodi per scaricare video dalla rete sono numerosi. In questo blog io stesso ho suggerito alcune dritte al riguardo. I browser poi implementano estensioni che ne permettono il download, tuttavia usando questi metodi non è sempre possibile scaricare da tutti i siti, perché le estensioni si appoggiano a server remoti che in genere permettono il download dai portali più noti, ma non da tutti. Provate per esempio a scaricare un video dal sito http://www.veoh.com . Vi assicuro che non esiste metodo o estensione che possa soddisfare la vostra richiesta.
Tuttavia, di tutto ciò che si vede in rete durante una sessione, rimane traccia nella cache del browser, cioè in una cartella di sistema che, per chi usa Internet Explorer, si può raggiungere seguendo il percorso:

C:\ Documents and Setting\nome_utente\Impostazioni locali\Temporary Internet Files.
Siccome la cartella Impostazioni Locali è nascosta, dovete renderla visibile, come qui ho spiegato. Basta quindi guardare il video che si intende scaricare, interamente e senza interruzioni, poi chiudere il browser, aprire la cartella dei File Temporanei Internet e cercarlo.

clic per ingrandire


Il video è riconoscibile, perché la sua icona è la stessa del player che si usa abitualmente per guardarlo. Se il video vi interessa, lo copiate da qualche parte. Non è consigliabile aprirlo nella cartella dei File Temporanei Internet. Per non perdersi nella marea di file che troverete nella cache e per abbreviare i tempi di ricerca, è consigliabile svuotare la cartella prima di collegarsi a Internet.

Per chi usa Firefox il principio rimane lo stesso, ma la ricerca del video è complicata dal fatto che il percorso è diverso. Lo potete conoscere leggendo qui sotto:
C:\DocumentsandSettings\nome_utente\ImpostazioniLocali\Datiapplicazioni\Mozilla\Firefox\Profiles\nome a caso\Cache.
Tuttavia la maggiore difficoltà risiede nel fatto che i file nella cache di Firefox non sono in chiaro, cioè non sono associati ai rispettivi programmi. Le icone hanno tutte lo stesso aspetto. Il video può essere rintracciato osservando e confrontando il “peso” dei file. Nel mio caso (un video su YouTube) un file era di 13,9 MB, mentre gli altri di soli qualche KB. Solo il primo poteva essere il video che cercavo. Ho fatto doppio clic sul file e si è aperta la finestra Apri con, dalla lista dei programmi ho scelto il player che solitamente uso per i video e la riproduzione ha avuto inizio. Infine ho rinominato il file dandogli l’estensione flv. Ricordo che tutti i video della rete, almeno quelli dei portali più conosciuti, sono in formato flv e possono essere riprodotti col lettore specifico oppure con
Media Player Classic. Qui sotto il videotutorial.

4 commenti:

  1. Ho provato ad applicare le indicazioni della tua ottima guida con Firefox installato in Ubuntu-Linux facendo:
    Risorse - Cartella home - Ctrl H (contemporaneamente per visualizzare files e cartelle nascosti) - Mozilla - Firefox - Cartella default - Cache ... e ... magia!!!... He he he, in Ubuntu le icone dei files della Cache non hanno tutte lo stesso aspetto, bensì l'aspetto appropriato, così non si fa fatica a cercare il video :-)
    Grazie per l'utilissima indicazione!
    Buon caldo :-)

    RispondiElimina
  2. Beata te che hai Linux, penso che anch'io prima o poi farò il grande salto. Ho già in mente l'Asus EEE Pc, 350 €, una distribuzione Linux preinstallata a tanta altra roba.

    p

    RispondiElimina
  3. Problema: per prova ho visualizzato un video su"Rai.tv", che vengono fatti con Silverlight di Microsoft; seguendo le indicazioni l'ho trovato senza problemi, ma il problema è che, almeno credo, non vi sia un player che legge il formato .sqlite o come diavolo si chiama!!
    Qualcun a qualche suggerimento da darmi, grazie

    RispondiElimina
  4. Il file .sqlite non c'entra col video. In realtà non è possibile usare la cache del browser per recuperare un video Rai. I filmati hanno il proocollo mms e vengono salvati con estensione generica .dat. Tempo fa mi sono trovato nelle tue condizioni e ho combinato con WMRecorder, che puoi scaricare da qui.

    http://wm-recorder.softonic.it/

    La prossima volta potresti farti conoscere.
    Ciao. ;-)

    RispondiElimina

WhatsApp verso pagamenti, spunta in rete funzione Payments

WhatsApp sempre più vicina ai pagamenti elettronici. In una nuova versione beta (quindi in fase sperimentale) dell'applicazione per A...