lunedì 17 novembre 2008

Dropbox

Sono forse il posto più sicuro e più comodo per salvare i nostri file importanti e certamente, dato il loro continuo proliferare in rete, rappresentano il futuro dei backup. Vanno certamente bene anche i CD e DVD, ma ai dischi remoti possiamo accedere da qualsiasi posto ci troviamo, senza portarci appresso i supporti fisici. Ai noti Gmail Drive, Jooce e SkyDrive aggiungete anche DropBox, due giga gratuiti a vostra disposizione. Se vi sembrano pochi, fate questo breve calcolo. Un floppy disk (memoria fisica in via di estinzione), ha una capacità di 1,44 MB, cioè può contenere 1.440.000 caratteri, spazi compresi. 1.440.400 caratteri corrispondono a un testo dattiloscritto composto di 800 cartelle di 2000 battute l’una. In due GB possono essere dunque contenuti circa 1.400 floppy disk. Naturalmente le immagini e i video occupano molto più spazio e per il loro storage sono preferibili CD e DVD.
Per usare Dropbox è necessario scaricare un piccolo software ed installarlo. Fatto questo viene creata nei documenti una cartella chiamata My Dropbox.


Basta trascinare qui i contenuti e subito saranno disponibili online. I documenti possono ovviamente essere riscaricati sul computer oppure condivisi con altre persone in modo semplice e veloce. Naturalmente sono disponibili anche opzioni a pagamento, in questo caso aumenta lo spazio a disposizione. L'iscrizione al sito è gratuita, vi verranno chiesti solo un indirizzo e-mail valido, una password e un nome e un cognome che potete anche inventare.

Vai a Dropbox.

Nessun commento:

Posta un commento

WhatsApp verso pagamenti, spunta in rete funzione Payments

WhatsApp sempre più vicina ai pagamenti elettronici. In una nuova versione beta (quindi in fase sperimentale) dell'applicazione per A...