mercoledì 5 agosto 2009

Navigare anonimi

E' noto che tutte le nostre navigazioni sul Web vengono tracciate, in quanto ad ogni connessione ci viene assegnato un indirizzo IP dal nostro ISP. L'indirizzo IP identifica qualsiasi dispositivo collegato in rete. Per garantire l'anonimato esistono svariati software, oppure ci si può avvalere di un server proxy. Le ultime versioni dei browser più usati hanno recepito il fatto che esistono ragioni per non lasciare tracce in Internet e si sono attrezzati per soddisfare questa richiesta.

InternetExplorer 8
La nuova funzione del browser targato Microsoft si chiama ImPrivate Browsing e impedisce il salvataggio della cronologia di navigazione, dei cookies e dei file temporanei Internet; in questo modo non vengono forniti i nostri dati ai siti che visitiamo. L'opzione si attiva premendo la combinazione di tasti Ctrl + Shift + P, oppure cliccando nell'ordine Strumenti >> InPrivate Browsing. Il simbolo sarà visibile a sinistra della barra degli indirizzi e si disattiverà alla chiusura della finestra. Maggiori info qui.

MozillaFirefox 3.1 e successivi
Stessa combinazione di tasti, oppure cliccando nell'ordine Strumenti >> Avvia Navigazione Anonima.

Anche Chrome, il programma di navigazione di Google, implementa la stessa funzione, attivabile con la combinazione Ctrl + Alt + N.
Il vantaggio di queste nuove opzioni è duplice perchè, oltre a quanto sopradescritto, sui computer condivisi nessuno potrà sbirciare nella cronologia dei siti che abbiamo visitato.

Nessun commento:

Posta un commento

WhatsApp verso pagamenti, spunta in rete funzione Payments

WhatsApp sempre più vicina ai pagamenti elettronici. In una nuova versione beta (quindi in fase sperimentale) dell'applicazione per A...