domenica 27 dicembre 2009

Svchost ... lsass ... csrss ...

Una delle novità introdotte da Windows XP fu il Task Manager, uno strumento che ci mostra in tempo reale le applicazioni e i processi in esecuzione sul nostro computer. Il Task Manager si attiva mediante la combinazione di tasti Ctrl + Alt + Canc. Se, prima dell’avvento di Windows XP, qualche applicazione andava in crash, il più delle volte era necessario riavviare il computer. Adesso è sufficiente aprire il Task Manager, selezionare l'applicazione bloccata e premere il tasto Termina Applicazione. L'applicazione verrà chiusa senza per questo coinvolgere tutto il sistema operativo. Accanto ad Applicazioni c’è la sezione Processi, una lista di nomi incomprensibili ai più.


E’ difficile definire esaurientemente cosa sia un processo, mi limito a riportare quanto scritto su Wikipedia: “un processo è un'istanza di esecuzione di un programma in modo sequenziale. Più precisamente è un'attività controllata da un programma che si svolge su un processore". A parte le definizioni, tutte le voci sotto la sezione Processi afferiscono ad applicazioni in esecuzione, a programmi che agiscono in background, a file di sistema ma anche a virus e malware. Inoltre alcuni processi che si riferiscono a virus e spyware hanno nomi simili ma non uguali ai file legittimi, e sono collocati in cartelle diverse. (scvhost, lssas sono virus, i file legittimi sono svchost e lsass). La maggior parte delle voci, tuttavia, riguardano file di Windows, alcuni (come svchost.exe) possono ripetersi. Non azzardatevi ad arrestare qualche processo se non siete consapevoli di quello che fate, perché rischiate di compromettere seriamente il sistema. Il sito ufficiale Microsoft rilascia informazioni generiche e incomplete sui processi. Se volete approfondire l'argomento, andate sul sito file.net, dove una community di esperti vi dà qualche spiegazioni in più.

Se vi interessa una voce particolare usate il motore interno oppure cercatela in ordine alfabetico. File.net è un servizio di estremo interesse, perché vi porta a conoscenza praticamente di ogni file di Windows, e di ogni suo processo.

Nessun commento:

WhatsApp verso pagamenti, spunta in rete funzione Payments

WhatsApp sempre più vicina ai pagamenti elettronici. In una nuova versione beta (quindi in fase sperimentale) dell'applicazione per A...