mercoledì 28 maggio 2008

Task Manager

Il Task Manager, attivabile tramite la combinazione dei tasti Ctrl + Alt + Canc, era già presente in Windows 98 e serviva a chiudere forzatamente un applicativo bloccato. Terminata l’applicazione, Windows doveva tuttavia essere riavviato. Con l’avvento di Windows ME e Windows XP il Task Manager si è ulteriormente arricchito, diventando esso stesso un’applicazione. Non c’è solo la lista dei programmi in esecuzione, (colonna Applicazioni), ma anche quella dei Processi (colonna Processi). Il Task Manager permette di controllare le prestazioni del computer, l’utilizzo della CPU, della Lan e lo stato della connessione. Dal Task Manager si possono inoltre avviare programmi e applicativi tramite il pulsante Nuova Operazione >> Esegui. Basterà digitare il nome del programma (oppure cercarlo col pulsante Sfoglia) e dare l’ok. Poi, per chiuderlo, basterà selezionarlo con un clic e premere il pulsante Termina Operazione. La colonna Prestazioni ci mostra l’utilizzo del computer in tempo reale. Il grafico Utilizzo CPU ci mostra la percentuale di utilizzo della CPU. Più il processore è impegnato (ed ha la percentuale alta), più il computer risulterà lento. Il tasso di tempo visualizzato nel grafico dipende dal valore impostato nel menù in alto, alla voce Visualizza >> Velocità di aggiornamento. Di default il valore è messo su Normale, che equivale a un aggiornamento ogni due secondi. Il valore Bassa effettua un aggiornamento ogni quattro secondi, Alta due aggiornamenti al secondo. E' bene sapere che se l’utilizzo della CPU è fisso al 100% è molto probabile che abbiate qualche virus o spyware a bordo, che per essere continuamente in esecuzione, rubano risorse al computer rallentandone notevolmente le prestazioni. In questo caso dovreste effettuare le scansioni per scovare gli intrusi. Se nemmeno con l’antivirus e l’antispyware riuscite a fare pulizia, in un prossimo post vi darò le indicazioni per un tool veramente efficace, che riesce a risolvere i problemi laddove l’utilizzo dell’antivirus e antispyware si siano rivelati inefficaci.
Video.

Nessun commento:

Perchè il terremoto in Grecia

Il violento terremoto che ha colpito la Grecia la scorsa notte ( Magnitudo 6.7), arriva dopo una lunga sequenza di sismi che ha interessat...