domenica 1 gennaio 2012

Astrologia, ovvero le profezie puntualmente fallite

E' divertente e allo stesso tempo grottesco vedere come gli astrologi, ad ogni inizio anno, sventolino su stampa e Tv le loro "profezie" che vengono puntualmente smentite dopo dodici mesi. E' sconfortante sapere come tante, troppe persone si facciano fare oroscopi e tarocchi, anche a pagamento, da questi cialtroni che non ne azzeccano una e che si ostinano a considerare l'astrologia come una scienza. E' altresì riprovevole constatare come giornali e tv incoraggino ancora questi venditori di idiozie.

Per fortuna che in Italia esiste il Cicap che ad ogni inizio d'anno annota scrupolosamente le tutte le "profezie" degli astrologi e poi alla fine dello stesso controlla quante si sono avverate. Volete farvi una risata?

Secondo Teodora Stefanova, una nota veggente che le dritte se le fa dare da un alieno di nome Unilsan, "il 2011 avrebbe dovuto essere l'anno della rinascita di Berlusconi, grazie all’alleanza con Casini e Rutelli a maggio. Il PdL avrebbe cambiato nome, Saviano e Montezemolo sarebbero entrati in politica, sarebbe iniziata la costruzione del ponte sullo stretto di Messina, sarebbero stati risolti tutti i problemi a L’Aquila e la “monnezza” sarebbe sparita entro gennaio 2011 dalle strade di Napoli". Se volete ridere ancora, andate su questa pagina del Cicap e leggete tutto l'articolo.

Immagine tratta da: Oroscopo 2012

Nessun commento:

WhatsApp verso pagamenti, spunta in rete funzione Payments

WhatsApp sempre più vicina ai pagamenti elettronici. In una nuova versione beta (quindi in fase sperimentale) dell'applicazione per A...