domenica 8 luglio 2012

9 luglio: sarà il giorno del giudizio?

Quando digitiamo un indirizzo internet nella barra degli indirizzi, esso viene tradotto in una serie di numeri. Per esempio per accedere a Google, invece di digitare www.google.it  , possiamo scrivere  la stringa 64.233.183.104.  I nomi del dominio vengono trasformati in numeri dai server DNS, potenti data base che individuano in modo univoco il nome del sito che cerchiamo.  Da qualche mese in rete è presente un pericoloso malware, il DNSChanger, la cui peculiarità è quella di reindirizzare i nomi di dominio verso siti dannosi e illegali . Si pensa che i computer infettati siano almeno 300.000 nel mondo, di cui circa 30.000 solo in Italia. 
I possessori di computer infettati dal DNSChanger, inconsapevoli di ospitare il malware,  hanno potuto ugualmente accedere in totale sicurezza alla Rete, perchè l'F.B.I. ha loro messo a diposizione un server temporaneo, grazie a un contratto con l'Internet Service Consortium. Il contratto, scaduto nel marzo scorso, è stato prorogato fino a domani. Chi è infettato ha tempo quindi fino a domani per correre ai ripari,  altrimenti potrebbe essere impossibilitato ad accedere alla rete. 
Alcuni provider hanno avvertito i loro clienti dell'esistenza di DNSChanger e hanno fornito il link per testare il proprio pc. Se non l'avete ancora fatto, potete effettuare il test qui o qui.

Nessun commento:

21 giugno: inizio dell'estate astronomica

Oggi 21 giugno inizia l'estate astronomica nell'emisfero settentrionale. E' il giorno del solstizio estivo . Il sole alle 12.00...