giovedì 6 marzo 2008

Disgrazie e vincite

“Perché proprio a me? Queste cose succedono agli altri”. Scommetto che molti di voi la pensano così. A me è capitato questo e quello. Quando parlo di disgrazie, intendo naturalmente quelle informatiche.
Alcuni mesi fa al famoso regista Francis Ford Coppola fu rubato il computer. Il poveretto (si fa per dire), assieme al computer, perse anche “15 anni di lavoro” sotto forma di files memorizzati, perchè non aveva fatto alcuna copia di riserva dei tre lustri scippati. Non è necessario un furto per perdere tutto. Basta che il nostro computer, improvvisamente, non ne voglia sapere di avviarsi e allora, se non siamo stati accorti, saranno bestemmie e lacrime. E soldi da spendere. Ma noi siamo persone previdenti, perché abbiamo creato una o più copie dei nostri dati e in caso di “disgrazia” li possiamo recuperare dai supporti in cui li abbiamo salvati. Non mi rivolgo quindi a voi, ma agli “altri”, a quelli che pensano che fare la copia dei dati sia inutile perché fa perdere tempo, a quelli che pensano "ma perché dovrebbe succedere proprio a me?" Beh… fate attenzione, basta un virus, una mancanza di corrente elettrica, un fulmine o un guaio all’hardware e il vostro computer è kappaò. E i vostri dati in pochi attimi si volatilizzano, i documenti, le foto dell’ultima vacanza, gli mp3, la posta elettronica, la rubrica. Tutto. A qualcuno è successo. Perché questo non succeda leggete il seguito di questo post.
So che quasi tutti usate le “chiavette”, dette anche pen drive. Le più recenti possono contenere anche 4 Gb di dati. Ecco, potrebbe essere un’idea, tanto più che i prezzi sono in picchiata. Basta un copia incolla e potrete trasferire sulla chiavetta (sempre che ne abbia la capacità), la cartella documenti , e quella delle immagini. Per gli mp3 basta l’apposito lettore. Se avete anche video, leggete più avanti. Vi dico subito che archiviare dati su una pen drive non è il massimo, a causa delle sue limitate capacità e perché una pen drive è facile perderla. Certo, è molto comoda, ma per farci un archivio permanente io adotterei altri modi. Quali? Avete presente i Cd-Rom, o meglio ancora i Dvd? Basta avere un masterizzatore, e sui Cd-Dvd ci potrete “scrivere”. Da qualche anno i computer, desktop o portatili, vengono forniti col masterizzatore incorporato. Un singolo Dvd può contenere fino a 4,3 Gb di dati (quelli a doppio strato 8,6 Gb), cioè circa la quantità di 7 Cd-rom . I prezzi dei Dvd sono ancora alti, (circa 2 € l’uno), ma se acquistate on-line, trovate dischi a prezzi superconvenienti (0,18 € x 1 Cd-Rom, 0,25 € x 1 Dvd).
Un altro modo per lo “storage” dei nostri dati è quello di usare i servizi che vengono offerti in rete. Sono come hard disk virtuali, gratuiti o a pagamento, dipende dalla quantità dei dati che volete uploadare. In questo blog ho già parlato di Gmail Drive e del sito jooce.com, ma sono solo alcuni esempi.
Se avete una gran mole di dati o se volete fare un backup di tutto il vostro computer, vi conviene acquistare un hard disk esterno. Ce ne sono di tutti i prezzi, dipende dalla capacità e da chi li produce. Meglio quelli autoalimentati, hanno un hard disk da 2,5 pollici, sono più piccoli di quelli con alimentatore, ma sono più comodi e più portabili e per questo costano di più. Si connettono al pc tramite porta Usb e vengono riconosciuti da Windows come una chiavetta. Se ci tenete troppo ai vostri dati, vi consiglio roba di marca (Maxtor, LaCie..).
Mi chiedete come si fa un backup? Ve lo spiego in uno dei prossimi post.
A presto.

1 commento:

Amorgos ha detto...

Pecile, mi hai fatto sentire in "colpa"... mai fatto un backup serio... aspetto impaziente il post!

WhatsApp verso pagamenti, spunta in rete funzione Payments

WhatsApp sempre più vicina ai pagamenti elettronici. In una nuova versione beta (quindi in fase sperimentale) dell'applicazione per A...