domenica 16 marzo 2008

E voi li avete i Feed Reader?

Il video è carino, ma secondo voi la tipa pronuncia correttamente la parola "browser"?


Fonte: ictv

9 commenti:

  1. ... l'ha pronunciata quasi all'italiana, togliendoci pure quasi tutta la "u" ... molto più veloce e diretta!
    Le Lingue evolvono e anche cambiano con il passare del tempo.
    Tuttavia, qualcuno è capace di apportare cambiamenti alla Lingua in pochi decimi di secondo :-)

    RispondiElimina
  2. E' vero, la pronuncia qui lascia un po' a desiderare e non solo per quanto riguarda la parola "browser"...Sappiamo che non è facile per nessuno riuscire a pronunciare in modo corretto (noi italiani poi siamo speciali per rederci ridicoli quando parliamo inglese e non dico oltre) ma qui non vengono rispettate alcune semplici regole di base. Potevano almeno sforzarsi di consultare un dizionario prima di pubblicare il video!

    RispondiElimina
  3. OT
    Nel mio commento precedente ho dimenticato di farti i miei “best compliments” per le pulizie Pasquali. Sai com’è: uno fa di tutto, usa ogni attrezzo/arma in suo possesso per far accomodare, con modi più o meno gentili, fuori dalla porta di casa certi inquilini silenziosi e utili, ma dall’aspetto disturbante e poi, zac!, se li ritrova entrati indisturbati dall’inquietante finestra di Internet.
    Parlo di quella forma di vita che definisci “ragnetto”.
    Se si fa una proporzione con le mura domestiche, in uno spazio come un blog "esso" era enorme!
    Il ranocchio è più … diciamo … simpatico. Certo che mangia un sacco; forse diventerà obeso e farà fatica a saltare …
    Chissà se per Pasqua, per deliziare la vista dei tuoi visitatori, tirerai fuori dal cilindro magico qualcosa di intonato alla ricorrenza … che ne so, magari il classico simpatico coniglietto!

    RispondiElimina
  4. Ciao, a dir la verità io preferivo l'aracnide alla rana. Più aggraziato, non è plateale come l'anfibio quando mangia. E poi quella specie di spiritromba che esce dalla bocca del ranocchio in cerca di microbi...è un po' rivoltante. Provvederò con qualcosa di diverso, ma non aspettarti un cigno elegante o un colorato imenottero. Troppo banale.
    Il coniglietto? Uhm... ho già visto i roditori in qualche altro blog. Penso che attingerò sempre dal "Philum" Artropodi.
    O forse cambierò soggetto.

    RispondiElimina
  5. Ciao!!! passato il nervoso delle mie ultime uscite, approfitto della tua impareggiabile scienza per chiederti: posso entrare in un forum, registrandomi sotto falso nome con il mio pc senza essere individuata? Oppure devo farlo da un altro pc? Sabrina mi ha già detto che mi sgamano, ma di chiederti conferma. Tu sicuramente avrai qualche furba strategia...
    (Ah! io ho scoperto che Greenwich si pronuncia grenich dopo quasi quarant'anni che pronunciavo grinuich!).
    A presto!
    Michela

    RispondiElimina
  6. Ciao vulcanica,
    non so quali diavolerie tu abbia in testa. Se vuoi iscriverti in un forum devi lasciare alcuni dati personali, che saranno conosciuti solo al titolare del sito e coperti dalla legge sulla privacy. Puoi anche dare un falso nome, ma ti sarà senz'altro richiesto un indirizzo e-mail valido.
    Il pc da cui ti connetti è riconoscibile dall'indirizzo IP, che viene assegnato dal fornitore della connessione a Internet e viene cambiato ogni volta che ti connetti alla Rete(a meno che tu abbia un IP statico). Senza entrare nei particolari, il fornitore di connessione (Alice, Libero, Tiscali ecc...) conosce questo indirizzo, ma gli è vietato di renderlo pubblico. Per gravi reati tuttavia, la polizia postale può intimare al fornitore che venga comunicato il tuo indirizzo IP da cui risalire alla tua persona. La legge è controversa, perchè i provider rispondono che non è loro compito fare gli sceriffi del web, questo tocca alla polizia. Ma c'è stato il famoso caso Peppermint (vai su Google, oppure su questo blog - ho scritto un post sulla questione, basta che tu scriva peppermint sul motore in alto a destra). Una casa discografica, tramite una sentenza del tribunale di Roma, è riuscita ad ottenere l'indirizzo IP di qualche centinaio di scaricatori di mp3 illegali ai quali è stata notifica una multa tramite raccomandata.
    A dire la verità qualche modo per la navigazione anonima esiste, tramite installazione di software o servizi che lo permettono, ma per mia natura non istigo a delinquere :-) Prova a digitare su Google la stringa navigare anonimi, si apriranno decine di pagine.
    A proposito, non hai ancora tolto i due "slash" finali dal mio Url sul tuo blog.
    Ciao, e rendimi edotto sui tuoi misfatti :-)

    RispondiElimina
  7. Ma che efficienza!!! Non avevo dubbi, d'altra parte. Grazie! Ora so per certo che non mi conviene cercare grane, solo per lo sfizio di togliermi un sassolino dalla scarpa. L'idea, come avrai intuito, era quella di sparlare di una certa cosa (do you know "to sputain"?!)senza far capire che sono stata io. Ma forse è la volta buona che metta da parte l'istinto di vedetta e mi sieda sulla sponda del fiume ad aspettare i cadaveri dei nemici... (come dice qualcuno). Detto questo, ti ringrazio per avermi salvata da guai assicurati e passo subito a correggere il link al tuo blog.
    A presto!
    Michela

    RispondiElimina
  8. ... forse è la volta buona che metta da parte l'istinto di vedetta e mi sieda sulla sponda del fiume ad aspettare i cadaveri dei nemici... (come dice qualcuno)...

    questo qualcuno è un cinese e di questi tempi non è che i musi gialli godano di tanta popolarità. Ma la vendetta è un sentimento primitivo, perchè l'istinto dice sempre di vendicarsi...ma dopo si sta peggio...almeno io. Meglio lasciar perdere. Il tempo farà giustizia.
    E se ti vendichi ti abbassi al livello di chi ti ha fatto il torto.

    RispondiElimina

WhatsApp verso pagamenti, spunta in rete funzione Payments

WhatsApp sempre più vicina ai pagamenti elettronici. In una nuova versione beta (quindi in fase sperimentale) dell'applicazione per A...